Riccione, al teatro del Mare torna la grande prosa

Riccione, al teatro del Mare torna la grande prosa

RICCIONE - Dal 4 febbraio al 29 marzo al Teatro del Mare torna la grande prosa: in esclusiva per la Romagna UMBERTO ORSINI, GIOVANNA MARINI, MARIO PERROTTA, OSCAR DE SUMMA e i giovani talenti dell'Accademia di Arte Drammatica SILVIO D'AMICO di Roma per Molière, Shakespeare, Wilde e la drammaturgia contemporanea di Greig

 

A riscaldare le serate invernali di Riccione sarà la Stagione di Prosa che, con la direzione artistica dei Fratelli di Taglia, ritornerà sul palcoscenico del Teatro del Mare dopo alcuni anni di assenza attraverso quattro appuntamenti in esclusiva per la Romagna per offrire al pubblico i nuovi spettacoli di importanti attori, musicisti e compagnie del calibro di Umberto Orsini e Giovanna Marini, Mario Perrotta, Oscar De Summa in grado, con il loro sguardo, di attualizzare la lezione e i contenuti di autori cardine del teatro internazionale (Molìère, Shakespeare, Wilde). E i giovani talenti della prestigiosa Accademia di Arte Drammatica "Silvio d'Amico" di Roma per un'ironica analisi tutta contemporanea sui rapporti umani.

 

Giovedì 4 febbraio 2010, ore 21,15

AMLETO A PRANZO E A CENA

Ad aprire il sipario sarà, giovedì 4 febbraio, il talentuoso Oscar De Summa, ideatore e regista di Amleto a pranzo e a cena. Dopo il Riccardo III che lo ha visto straordinario interprete di tutti i ruoli, il giovane artista ora si presenta alla guida della Compagnia De Summa per aprire al grande pubblico il mistero del classico dei classici e fargli scoprire, in modo leggero e divertente, come il capolavoro di Shakespeare riesca ancora oggi a parlare ad ognuno, rapirci il cuore e dare voce al nostro quotidiano. Una brillante riscrittura per quattro protagonisti che, come accadeva nella Commedia dell'Arte, decidono sul luogo cosa mettere in scena. Teatro e vita s'intrecciano in un processo che vede attori e personaggi entrambi alle prese con le stesse difficoltà. La storia c'è tutta (o quasi), e i dialoghi, ritmicamente serrati secondo la grande tradizione comica nostrana, guidano il pubblico a conoscere le molte facce di un personaggio inesauribile attraverso un linguaggio tutto contemporaneo.

Ingresso 13 Euro - Ridotto (under 18 e over 65) 10 Euro

 

Giovedì 18 febbraio 2010, ore 21,15

EUROPE

Giovedì 18 febbraio un'incursione nella drammaturgia contemporanea con Europe del giovane autore scozzese David Greig, tradotto da Valentina Ruggeri e portato inscena assieme ai colleghi della Compagnia Danad (Diplomati dell'Accademia Nazionale di Arte Drammatica "Silvio d'Amico" di Roma). A vent'anni dalla caduta del Muro di Berlino in una piccola città al confine, una linea sottile e invisibile come un pensiero, si muovono i personaggi che abitano una stazione ferroviaria. Conflitti irrisolti e tematiche sociali convivono in questo non-luogo dell'Europa Unita, dove l'arrivo di due profughi scatena inconsapevolmente le individualità facendo emergere un'umanità in cui ognuno può riconoscersi, grazie a personaggi dall'aspetto naif che fanno divertire ed inteneriscono ma allo stesso tempo ci prendono per mano mostrandoci la nostra personale alienazione con verità semplici e oggettive, senza pretendere compassione o perdono.

Ingresso 10 Euro

 

Venerdì 5 marzo 2010, ore 21,15

IL MISANTROPO - MOLIÈRE

Venerdì 5 marzo al Teatro del Mare di Riccione l'unica replica romagnola de Il Misantropo - Molière di Mario Perrotta (Premio Hystrio 2009 per la Drammaturgia e finalista al Premio UBU 2008 come Miglior Attore Protagonista per Odissea). Una rilettura che mescola tradizione e ricerca, rispetta il testo nell'attualizzazione di una satira che descrive i nostri tempi. Misantropo contemporaneo che traduce con efficacia le ironie e gli sberleffi dal passato al presente, in un divertito gioco degli specchi in cui riecheggiano nomi e vicende dei potenti italiani d'oggi. La scena richiama un ring: dentro e fuori dal quale si sviluppa il racconto corale per otto attori che deflagra nello scontro tra Alceste (Il Misantropo) e Oronte (L'uomo di potere). È questo massimo abuso che trasforma Alceste in un militante dell'etica, un "resistente" in un mondo - società globalizzata asfittica e autoreferenziale al pari di quella del Re Sole - talmente lontano dalle sue istanze e così malato di rapporti d'interesse da condannarlo alla sconfitta. Un'indagine satirica sul potere, sulle sue malattie, e sull'amore che diventa impossibile quando assume la smorfia terribile di un esercizio di potere.

Ingresso 13 Euro - Ridotto (under 18 e over 65) 10 Euro

 

Lunedì 29 marzo 2010, ore 21,15

BALLATA DEL CARCERE DI READING

Lunedì 29 marzo la Stagione di Prosa del Teatro del Mare di Riccione si conclude con l'atteso incontro di Umberto Orsini e Giovanna Marini per La Ballata del carcere di Reading di Oscar Wilde. L'opera nata dal soggiorno in prigione dell'autore inglese - lamento poetico ed esistenziale, testimonianza di dolore e forte denuncia ma anche inno alla bellezza e atto d'amore - diventa uno spettacolo intimo e dolente grazie alla prova d'attore di uno dei maggiori interpreti del nostro teatro e alle canzoni della Signora della musica popolare italiana. Il travaglio interiore di Wilde, rinchiuso a Reading per comportamento contrario alla morale pubblica, rivive attraverso la storia dell'impiccagione di un giovane detenuto, suo compagno di cella, colpevole di delitto passionale e delle reazioni dei suoi compagni di pena. Una denuncia da cui il poeta trae ispirazione e forza per una meditazione, profondamente religiosa, sui mali del mondo, sulla presenza di Cristo e sulla redenzione.

Ingresso 15 Euro - Ridotto (under 18 e over 65) 13 Euro

 

 

Informazioni e prenotazioni:

Compagnia Fratelli di Taglia 0541 957656 www.fratelliditaglia.com

Ufficio Cultura Comune di Riccione 0541 608285 (ore 8 - 13) www.riccioneperlacultura.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -