RICCIONE - Chiusi Pascià e Prince, il Silb: ''Fatto molto grave''

RICCIONE - Chiusi Pascià e Prince, il Silb: ''Fatto molto grave''

RIMINI – E’ polemica in riviera sulla chiusura per tre sabato delle discoteche Pascià e Prince a Riccione. Il sindacato degli imprenditori notturni (Silb) stigmatizza la decisione della Questura di chiudere i due locali: “È molto grave che siano stati chiusi dei locali pubblici senza aver riscontrato irregolarità alcuna all'interno di questi nè che vi sia un coinvolgimento diretto dei gestori”, afferma il Silb, che poi sottolinea il “notevole danno economico” provocato.


Secondo il presidente del Silb, Renato Giacchetto, nelle due popolari discoteche (chiuse perché sospettate di essere un punto di ritrovo per lo spaccio di droga) “non è stato trovato nulla di irregolare, nè di penalmente rilevante. Da qui la contestazione da parte della categoria sull'opportunità di impedire l'accesso al pubblico anche dopo i dovuti controlli e perquisizioni”.


Giacchetto non è contrario a misure così drastiche come la chiusura nel caso vengano accertati gli illeciti: “Pretendiamo pesanti sanzioni nel caso ci fosse un coinvolgimento diretto della gestione – afferma -. Di contro non possiamo tollerare che ci sia un accanimento delle Istituzioni solo perchè siamo dei locali di pubblico intrattenimento. Il problema della droga è un problema sociale e non riguarda solo i nostri locali".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -