Riccione, imprenditore si spaccia per il fratello per evitare la multa e finisce in manette

Riccione, imprenditore si spaccia per il fratello per evitare la multa e finisce in manette

Riccione, imprenditore si spaccia per il fratello per evitare la multa e finisce in manette

RICCIONE - Si è spacciato per il fratello per evitare una multa. Un imprenditore riccionese di 53 anni è stato arrestato con l'accusa di false dichiarazione. Processato mercoledì mattina per direttissima, è stato condannato a 8 mesi di reclusione (pena sospesa). Dopo l'udienza è tornato in libertà. Il fatto è avvenuto martedì mattina in via Flaminia, dove l'automobilista è stato sorpreso da una pattuglia dei Carabinieri mentre si era al volante con il cellulare.

 

Per evitare di perdere i punti dalla patente, si è inventato di aver dimenticato il portafoglio a casa, declinando così le generalità del fratello. L'uomo però apparso visibilmente agitato. I Carabinieri l'hanno messo alle strette e alla fine il 53enne ha confessato tutto. Una bugia che gli è costata una notte in cella di sicurezza prima del processo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -