Riccione Inn Jazz, Bosso & Salis al Teatro del Mare

Riccione Inn Jazz, Bosso & Salis al Teatro del Mare

RICCIONE - Cresce l'attesa per uno degli eventi di punta di Riccione Inn Jazz. Venerdì 4 marzo alle ore 21,15 approda al Teatro del Mare della Perla Verde una delle accoppiate musicali più avvincenti delle ultime stagioni: Fabrizio Bosso & Antonello Salis. Due fuoriclasse del jazz italiano che dopo alcune esibizioni dal vivo si sono incontrati in studio di registrazione per dare alle stampe l'album Stunt che ha subito conquistato il Top Jazz della rivista Musica Jazz come miglior disco 2009. Da allora girano l'Italia e l'Europa demolendo teatri e animi grazie a performance spericolate, da stuntmen delle sette note, che lasciano letteralmente senza parole gli appassionati di buona musica. Un entusiasmo ampiamente meritato per due solisti che insieme mettono in primo piano la creatività, le invenzioni e la fantasia attraverso improvvisazioni anche estreme ma sempre molto musicali.


Due virtuosi dalle credenziali di prim'ordine. Il torinese Fabrizio Bosso è un talento anagraficamente giovane ma già ampiamente affermato come uno dei migliori trombettisti della nuova generazione. Arriva a Riccione dopo la brillante esibizione sul palcoscenico dell'ultimo Festival di Sanremo a fianco del vincitore di Sanremo Giovani, Raphael Gualazzi. Antonello Salis dalla Sardegna è un autentico istrione che all'abilità musicale unisce doti da vero animale da palcoscenico in grado di sorprendere anche i più scettici con le sue originali incursioni.


L'obiettivo di Bosso & Salis sarà quello di superare ogni barriera e classificazione musicale. Il primo con la tromba, il flicorno e l'elettronica mentre il secondo con il pianoforte, la fisarmonica, la voce, materiali insoliti e tutto il suo dirompente approccio fisico allo strumento. Da maestri dell'interplay lasceranno che la contagiosa modernità di Bosso si incontri/scontri in modo creativo con la poetica estemporaneità di Salis per dare vita a qualcosa di assolutamente unico e travolgente sia quando rileggeranno i classici - spaziando dagli standard Body and Soul, Caravan, Georgia on my mind fino alla brechtiana Mack the knife o alla suadente Besame mucho includendo in repertorio addirittura due celebri brani dalle commedie musicali di Garinei & Giovannini: Roma nun fa la stupida stasera e Domenica è sempre domenica... - che quando si lanceranno nei nuovi brani in cui l'improvvisazione mescolerà il jazz alla musica contemporanea, le canzoni alle suggestioni mediterranee. Un sound obliquo e viscerale che rifuggerà da ogni confortante banalità per ribadire ancora una volta la totale libertà e universalità del verbo jazz.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -