Riccione: l'Amleto rap di De Summa apre la Stagione di Prosa del Teatro del Mare

Riccione: l'Amleto rap di De Summa apre la Stagione di Prosa del Teatro del Mare

RICCIONE - Su il sipario sulla nuova Stagione di Prosa del Teatro del Mare di Riccione. Grandi classici rivisitati e drammaturgia contemporanea tornano a soggiornare, dopo qualche anno di assenza, sul palcoscenico della Perla Verde attraverso quattro spettacoli in esclusiva per la Romagna selezionati dalla nuova direzione artistica della Compagnia Fratelli di Taglia.


Debutto giovedì 4 febbraio alle ore 21,15 con la Compagnia De Summa e il nuovo spettacolo Amleto a pranzo e a cena. Una produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione con Oscar De Summa, Angelo Romagnoli, Armando Iovino e Roberto Rustioli. I costumi sono di Stefania Cempini e le maschere di Andrea Cavarra.


Autore e regista di questa intelligente riscrittura dell'eterno Amleto è Oscar De Summa, talentuoso artista di origini pugliesi che si è fatto molto notare grazie all'eccellente prova di autore/attore/regista del Riccardo III in cui interpretava tutti i ruoli ed è attualmente tra le presenze di spicco del cast del Mercante di Venezia diretto da Massimo Civica (Premio Ubu 2009 per la regia e Premio Vittorio Mezzogiorno agli attori). Con Amleto a pranzo e a cena si presenta alla guida della Compagnia De Summa per aprire al grande pubblico, in modo leggero e divertente, il mistero del classico dei classici e farci scoprire come il capolavoro di Shakespeare riesca ancora oggi a parlare ad ognuno, rapirci il cuore e dare voce al nostro quotidiano. Il sipario si apre su una piccola e sgangherata compagnia teatrale in cui, tra invidie e gelosie, si tenta di mettere in scena Amleto.

 

Tra liti e complicità, gli attori si scambiano consigli non proprio disinteressati (un po' come Rosencrantz e Guildenstern) e lasciano affiorare velenosi grovigli familiari (Amleto non è l'unico ad aver avuto problemi con la mamma). Come accadeva nella Commedia dell'Arte, gli attori decidono sul luogo cosa mettere in scena, un semplice escamotage (peraltro suggerito dal testo stesso) che aiuta a svelare come si crea uno spettacolo, cosa c'è dietro quella che sembra pura creatività. I rapporti umani si confrontano con i ruoli degli attori, tutto per rivelare quanto verità e finzione siano due facce della stessa medaglia e i piani della realtà e del teatro si mescolino continuamente uno nell'altro. Teatro e vita s'intrecciano in un processo che vede attori e personaggi entrambi alle prese con le stesse difficoltà. La storia c'è tutta (o quasi), e i dialoghi, ritmicamente serrati secondo la grande tradizione comica nostrana, guidano il pubblico a conoscere le molte facce di un personaggio inesauribile attraverso un linguaggio tutto contemporaneo.


Se per molte persone Amleto è solo uno che, col teschio in mano e lo sguardo fisso nel vuoto, ripete il suo "essere o non essere", emblema di un teatro tanto noioso quanto sganciato dalla realtà, questo spettacolo (in cui c'è addirittura un tentativo di rap sul celebre monologo) ci fa toccare con mano come il teatro di Shakespeare possa fornirci strumenti quanto mai efficaci per interpretare il tempo in cui viviamo. Nella vicenda, apparentemente lontana, del principe danese emergono questioni semplici, che riguardano il comune animo umano, e che mettono in luce quanto nulla sia cambiato dentro di noi, quanto quel dentro di noi sia possibile nominarlo anche grazie a Shakespeare, quanto Amleto abiti il nostro quotidiano, costantemente presente, a pranzo e a cena.

 

La Stagione di Prosa di Riccione è anche on air. Tutte le settimane, da lunedì a giovedì (ore 22), su Radio Sabbia appuntamento con Teatro che passione! i grandi classici e la drammaturgia contemporanea in pillole, poesie e testi letterari a tema a cura della Compagnia Fratelli di Taglia.

 

Giovedì 4 febbraio 2010, ore 21,15
Teatro del Mare - Riccione (RN)
COMPAGNIA DE SUMMA in Amleto a pranzo e a cena
Ingresso                                                      13 Euro
Ridotto under 18 e over 65                     10 Euro

Informazioni e prenotazioni:
Compagnia Fratelli di Taglia 0541 957656 www.fratelliditaglia.com

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -