Riccione: la Resistenza di Mercadini debutta al Teatro del Mare

Riccione: la Resistenza di Mercadini debutta al Teatro del Mare

RICCIONE - Lunedì 25 aprile, Festa della Liberazione, debutta al Teatro del Mare di Riccione (ore 21,15) il nuovo spettacolo di Roberto Mercadini realizzato in collaborazione con la Compagnia Fratelli di Taglia. In prima nazionale La più selvaggia fame, la più selvaggia sete, singolare monologo corale sulla Resistenza Partigiana scritto e interpretato dal talentuoso giovane poeta e attore romagnolo. In scena una moltitudine rutilante di personaggi e storie: dalla divina Iris Versari ai partigiani de' parsot, dal comico Don Chisciotte alla tragica Antigone... Lampi drammatici o esilaranti, eroici o ridicoli, teneri o spietati. Un travolgente magma di storia e letteratura, aneddoti e digressioni, che condurrà il pubblico in quel vertiginoso groviglio di azioni e pensieri diversi, spesso estremi, che, fusi insieme, sono all'origine della nostra Repubblica. Come in un'avvincente viaggio verso il centro infuocato della Terra.

 

Teatro e memoria in prima nazionale per la Festa della Liberazione di RiccioneLunedì 25 aprile alle ore 21,15 al Teatro del Mare della Perla Verde il debutto dello spettacolo La più selvaggia fame, la più selvaggia sete di e con Roberto Mercadini. Uno speciale appuntamento della Stagione di Prosa dedicato alla Resistenza Partigiana che sigla l'avvio della collaborazione tra il talentuoso autore e interprete cesenate e la Compagnia Fratelli di Taglia di Riccione.


Roberto Mercadini
 è senza dubbio uno dei più singolari artisti emergenti romagnoli. Si definisce poeta parlante che esplora il legame tra scrittura e oralità. Per dare alla poesia nuove opportunità di fruizione e diffusione ha creato on line l'insolito Juke Box Poetico (www.youtube.com/watch?v=vqco0p_JxNE) e ha inciso con il duo Formazione Minima l'audiolibro Melangolo. È molto attivo in ambito teatrale con spettacoli di narrazione basati su suoi componimenti e performance di teatro civile. Il pubblico riccionese lo ha già applaudito qualche mese fa nella serata Il potere del cemento. Dopo aver rivisitato, alla sua maniera, Dante, la Bibbia ebraica, Darwin, Moby Dick, Garibaldi e Mazzini, con questa nuova creazione Mercadini affronta da par suo il tema della Resistenza Partigiana.


Il titolo dello spettacolo cita Paul Celan, poeta ebreo deportato dai nazisti, e ricorda allo stesso tempo il Vangelo di Matteo: "beati quelli che hanno fame e sete di giustizia". Perchè i partigiani ebbero, forse, La più selvaggia fame, la più selvaggia sete. Lo spettacolo è una sorta di monologo corale in cui Mercadini evoca una moltitudine rutilante di personaggi e di storie. Lampi tragici o esilaranti, eroici o ridicoli, teneri o spietati. Perché essere partigiani consistette in una miriade turbinante di azioni e di pensieri: affondare gli stivali nel fango, salire la purezza delle vette innevate, sporcarsi le mani di sangue, meditare la Costituzione, cantare... Per narrare veramente la loro vicenda, occorrerà tirare in ballo anche il comico Don Chisciotte e la tragica Antigone. E altro. E altro ancora. La Resistenza e ciò che ne seguì, origine e fondamento della nostra Repubblica, fu un groviglio vertiginoso di cose diverse e, spesso, estreme.


Ecco dunque la divina Iris Versari (eroica partigiana ventenne di Tredozio) e i cosiddetti partigiani de' parsot (spiantati che si fingevano partigiani per rimediare qualcosa da mangiare). Con la Liberazione, poi, irruppe nel nostro Paese anche la moltitudine pluriforme del Mondo. Assieme ai soldati inglesi e americani, infatti, i nostri compaesani, sbigottiti, conobbero, tra gli altri, gli indiani, che avevano capelli più lunghi delle donne; i maori coi volti tatuati e in sella alle loro biciclette; i tagliatori di gole nepalesi...
Lo spettacolo gode del contributo della Casa dei Risparmi di Forlì e della Romagna

 

Lunedì 25 aprile 2011, ore 21,15
Teatro del Mare - Riccione (RN)
ROBERTO MERCADINI - La più selvaggia fame, la più selvaggia sete

Ingresso 8 Euro

Informazioni e prenotazioni:
Compagnia Fratelli di Taglia 0541 957656
Nel giorno di spettacolo (dalle ore 17) Teatro del Mare 0541 690904
Prevendita Rimini: IAT Marina Centro 0541 53399
www.fratelliditaglia.com www.riccioneperlacultura.it

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -