Riccione: la tragedia della bimba annegata, occhi puntati sulla vasca

Riccione: la tragedia della bimba annegata, occhi puntati sulla vasca

Riccione: la tragedia della bimba annegata, occhi puntati sulla vasca

RICCIONE - Poteva esser evitata la disgrazia? Gli inquirenti sono al lavoro per cercare una risposta. Quel che è certo è la morte della piccola Elisa, la bimba di un anno e messo affogata mercoledì sera in una delle due vasche dell'hotel Meeting di viale D'Annunzio a Riccione. L'inchiesta è condotta dal procuratore capo della Repubblica Franco Battaglino che ha invitato i Carabinieri della locale Compagnia di non tralasciare ogni minimo elemento utili per le indagini.

 

Al momento non c'è alcun nome iscritto nel registro degli indagati. Gli uomini dell'Arma, guidati dal capitano Michele Miulli, hanno compiuto giovedì mattina un nuovo sopralluogo all'hotel, puntando gli occhi sulla vasca idromassaggio esterna, sul telo non fissato che copriva la vasca e sulle norme di sicurezza adottate dalla proprietà. E' stato appurato, al momento, che nonostante vi sia una ringhiera attorno alla vasca, manca una cancellino che impedisca ai clienti di accedervi quando non è in funzione.

 

Quindi è stato interrogato il titolare dell'esercizio, i clienti e coloro che hanno prestato soccorso alla piccola. L'avvocato dell'albergatore, Sergio De Sio, ha spiegato che sono state rispettate tutte le regole per l'installazione delle vasche idromassaggio. Intanto non è stata ancora fissata la data dell'autopsia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -