Riccione, latitante e rapinatore di gioielli catturato dai Carabinieri

Riccione, latitante e rapinatore di gioielli catturato dai Carabinieri

Riccione, latitante e rapinatore di gioielli catturato dai Carabinieri

RICCIONE - I Carabinieri dell'Aliquota Operativa della Compagnia di Riccione hanno arrestato nel cuore della nottata tra venerdì e sabato un napoletano di 65 anni, latitante perchè evaso il 25 agosto del 2010 dagli arresti domiciliari cui era sottoposto presso l'abitazione di residenza per rapina. Le indagini degli uomini dell'Arma sono iniziate in seguito alla tentata rapina subita il 12 luglio scorso a Misano Adriatico da un rappresentate di gioielli.

 

Gli inquirenti hanno poi appreso che il figlio del 65enne, 26 anni residente a Sirignano, era partito da Napoli per incontrare il genitore e consegnargli alcuni documenti falsi. Perciò i militari hanno predisposto un servizio di osservazione e controllo, riuscendo ad intercettare la vettura sulla quale viaggiavano il giovane ed una ragazza, 20enne di San Giovanni Rotondo.

 

Quindi, al termine di un lungo pedinamento, Carabinieri hanno fatto irruzione nell'appartamento del 65enne. La successiva perquisizione ha permesso di sequestrare una carta identità ed una tessera sanitaria falsificate in possesso del 65enne catturando; una carta identità, una patente guida ed una tessera sanitaria falsificate, alle quali erano state applicate le foto dell'evaso in possesso del figlio e della ragazza; una pistola scacciacani priva di tappo rosso completa di 44 colpi; un mitra modello soft air, privo di tappo rosso; e un dispositivo elettronico per l'inibizione di antifurti per autoveicoli.

 

Durante il blitz i militari hanno sequestrato anche una Yamaha X-Max 250 usata per la tentata rapina di Misano Adriatico e gli indumenti indossati durante l'azione criminosa; 8 borse e valigette portagioielli vuote, verosimilmente provento di altre rapine a rappresentanti di preziosi; 6.625,00 euro; e altra refurtiva costituita da prodotti merceria, magliette e pantaloncini basket.

 

Al 65enne, arrestato per evasione e possesso di documenti falsi, veniva notificata l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte d'Appello di Napoli il 22 settembre 2010. Il figlio del catturando è stato arrestato per detenzione di documenti falsi insieme alla ragazza, accusata di favoreggiamento personale. I primi due s trovano in carcere a Rimini, la foggiana a quello di Forlì.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -