Riccione, minorenni denunciano prete: voleva incontro hard

Riccione, minorenni denunciano prete: voleva incontro hard

Riccione, minorenni denunciano prete: voleva incontro hard

RICCIONE - I genitori di due tredicenni hanno presentato un esposto presso il posto estivo di polizia di Riccione contro un sacerdote, accusato di aver proposto ai due ragazzini un incontro a luci rosse. La vicenda, sulla quale sta indagando la Squadra Mobile di Rimini, si sarebbe verificata nella Perla Verde martedì scorso lungo una pista ciclabile. Massimo riserbo da parte degli inquirenti, mentre la Diocesi ha espresso la totale fiducia nella magistratura.

 

Il prete è un trentenne di nazionalità straniera che presta il suo servizio pastorale come aggregato per l'estate in una parrocchia riccionese. Secondo quanto affermato dai minorenni, il prete sarebbe stato incontrato di sera lungo la pista ciclabili ed avrebbe proposto loro un incontro a luci rosse in un casolare. A quel punto i due minorenni sono fuggiti via, riferendo tutto ai genitori che hanno deciso di sporgere denuncia alla Polizia. Differente la versione dei fatti fornita dal sacerdote.

 

Gli inquirenti, che non hanno denunciato il sacerdote, stanno verificando l'attendibilità del racconto ragazzi. Sulla questione è intervenuta anche la Diocesi, che ha espresso "totale fiducia nell'azione della magistratura per accertare la verità dei fatti, e il massimo rispetto e grande solidarietà per tutte le persone coinvolte nella vicenda. Le prime informazioni raccolte dalla Diocesi, in seguito alla diffusione della notizia, parlano pero di un equivoco e di un diverbio tra il sacerdote e i ragazzi coinvolti, e non di altro". La Diocesi ha assicurato "la piena e totale collaborazione alle forze inquirenti per accertare la verità dei fatti".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -