RICCIONE - Premio Ilaria Alpi: le giornate finali

RICCIONE - Premio Ilaria Alpi: le giornate finali

RICCIONE - Entra nella fase conclusiva la tredicesima edizione del Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi, dedicato quest'anno alla giornalista russa Anna Politkovkajia. All'insegna del giornalismo d'inchiesta fatto con coraggio e scrupolo investigativo il Palazzo del Turismo di Riccione ospita dal 7 al 9 giugno incontri e seminari, presentazioni di libri, mostre e l'anteprima nazionale del monologo teatrale di Marina Senesi dedicato al caso Alpi-Hrovatin. Sabato 9 giugno saranno premiati i vincitori del Premio Ilaria Alpi 2007, in una serata dedicata alla situazione della libertà d'informazione in Russia, a cui parteciperanno il Ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni, il figlio di Anna Politkovskja Ilya Politkovsky e la giornalista di Novaja Gazeta Zoe Eroshok. La serata di premiazione sarà trasmessa venerdì 15 giugno, alle ore 13, su Rai Tre.
Il Premio, ideato dall´Associazione Ilaria Alpi - Comunità Aperta di Riccione, e dedicato all´inviata Rai assassinata in Somalia nel ´94 insieme all´operatore video Miran Hrovatin, è promosso dalla Regione Emilia-Romagna, dal Comune di Riccione e dalla Provincia di Rimini, con l´Alto patronato del Presidente della Repubblica e i patrocini della Presidenza della Camera dei Deputati, della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dell´Ordine dei giornalisti nazionale e della Commissione nazionale italiana per l´Unesco.


Giovedì 7 giugno, alle ore 21 presso il Palazzo del Turismo di Riccione va in scena in anteprima nazionale lo spettacolo teatrale di Marina Senesi e Sabrina Giannini "La Vacanza - il caso Alpi Hrovatin": la controversa storia della morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin è un'occasione per riflettere sul rapporto tra teatro e televisione. Nel monologo Marina Senesi interpreta la giornalista Sabrina Giannini intenta a spiegare "Nient'altro che la verità", l'inchiesta sul caso Alpi trasmessa da Report-Rai Tre. L'attrice nei panni della giornalista racconta, nel corso di una cena, il percorso che l'ha condotta al reportage, i documenti raccolti, le fonti con le quali è venuta a contatto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


La giornata di venerdì 8 giugno è dedicata all'Africa con l'incontro nazionale (ore 15) dal titolo "L'italia con l'Africa dopo Nairobi 2007", promosso dalla Tavola della Pace e dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani. Partecipa Padre Kizito Sesana della Comunità di Koinonia. In serata (ore 21) il dibattito su "Giornalismo e mafie", a cui partecipano, tra gli altri, Don Luigi Ciotti, il sostituto procuratore Antonio Ingroia e il giornalista Curzio Maltese.
Sabato 9 giugno, alle ore 18, in occasione del dibattito sulla libertà di stampa in Russia (a cui partecipano il Presidente di RSF Italia Mimmo Candito, il giornalista Zoe Eroshok e il figlio della Politkovskaja) sarà presentato il libro di Anna Politkovskaja "Diario Russo 2003-2005", edito da Adelphi. Alle 21 si terrà la premiazione dei vincitori del Premio Ilaria Alpi 2007.

I NUMERI DELL'EDIZIONE 2007 DEL PREMIO

L'edizione 2007 ha registrato numeri record. I giornalisti partecipanti sono stati 255 (100 in più dello scorso anno), di cui il 40% è rappresentato da donne (98). In concorso ci sono 48 produzioni inedite realizzate da 81 giovani autori (l'età media è di 31,9 anni). I numeri sono quadruplicati rispetto al 2006: un anno fa i reportage per questa sezione furono 12.
Nelle sezioni classiche: la sezione A (servizi da tg) conta 17 video e 19 partecipanti, la B (servizi fra i 4' e i 15') 36 video e 40 autori, la C (inchieste oltre i 15') 69 filmati di 81 autori. La sezione D, riservata alle emittenti televisive locali, vede partecipare 21 emittenti per 29 servizi realizzati da 33 giornalisti. Le regioni di provenienza sono Emilia-Romagna, Marche, Veneto, Liguria, Toscana, Sicilia e Sardegna. Forte anche la presenza europea: 26 giornalisti con 21 reportage.
Fra gli argomenti trattati maggiore attenzione è data ai fatti del mondo. 68 reportage raccontano le vicende di paesi come il Brasile, la Romania e la Sierra Leone. Sono invece 55 i video sui temi italiani: la cronaca, le storie di malasanità e la vita carceraria, solo per citarne alcune. Non mancano i servizi (19) sulle guerre dimenticate come Congo, Cecenia e Libano. E ancora, 11 reportage su Mafia e Camorra; 18 sul recupero sociale; 7 dedicati all'ambiente, dai mutamenti climatici all'emergenza acqua. 9 i servizi costituiti da un'intervista, di cui 3 a superstiti in campi di concentramento.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -