Riccione, razzie nelle aree industriali: quattro arresti

Riccione, razzie nelle aree industriali: quattro arresti

Riccione, razzie nelle aree industriali: quattro arresti

RIMINI - I Carabinieri della Compagnia di Riccione, con la collaborazione dei colleghi di San Benedetto del Tronto, hanno arrestato quattro giovani con l'accusa di furto aggravato. Si tratta di un 46enne ed un 44enne di Cento, residenti rispettivamente a Rimini e San Giovanni in Persiceto, un barese di 25, residente ad Argelato (Bologna), e un 26enne di Bologna, residente a Granarolo dell'Emilia. Il quartetto si era specializzato in furti nelle aree industriali e artigianali.

 

Gli uomini dell'Arma hanno sorpreso ferma nei pressi di un'impresa un'auto, con a bordo il 46enne, dalla quale sono scese alcune persone che frettolosamente hanno scavalcato la rete di recinzione, introducendosi all'interno della ditta. Successivamente, i Carabinieri hanno notato l'automobilista, che nel frattempo si era allontanato, tornare sul posto con la vettura perché era scattato l'allarme da un'azienda di prodotti surgelati, da dove sono stati notati uscire i complici, poi saliti a bordo del veicolo.

 

I militari hanno iniziato a seguire i malviventi che sono stati raggiunti e bloccati in Monsampolo del Tronto (AP). La perquisizione delle auto usate dalla banda ha permesso di trovare e sequestrare 3 scanner, 3 passamontagna, arnesi da scasso ed i telefoni cellulari in uso ai fermati. I successivi sopralluoghi hanno permesso di accertare che la banda aveva fatto visita anche all'interno di un'azienda di installazione di pannelli fotovoltaici.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I malviventi erano entrati ingresso negli uffici e, dopo aver rovistato armadi e scrivanie, si erano allontanati senza asportare nulla. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati infine associati alla Casa Circondariale di Ascoli Piceno.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -