Riccione, stuprata e picchiata dallo zio materno. L'orco finisce in carcere

Riccione, stuprata e picchiata dallo zio materno. L'orco finisce in carcere

Riccione, stuprata e picchiata dallo zio materno. L'orco finisce in carcere

RICCIONE - E' stata picchiata e ripetutamente stuprata nel giro di poche ore dallo zio materno che le aveva offerto ospitalità. Vittima del terribile episodio avvenuto il 25 settembre scorso in un appartamento di via Vespucci a Riccione, una romena di 21 anni. L'orco, un disoccupato di 35 anni, sposato con un'intrattenitrice in un night club della Riviera e padre di un bambino di 11 mesi, è stato arrestato lunedì scorso dalla Squadra Mobile di Rimini.

 

Le accuse sono di violenza sessuale, minacce e lesioni. La ragazza si trovava in Italia per trascorrere alcuni giorni a casa dello zio. La sera del 25 settembre, quando la moglie dell'uomo è uscita col figlio, il 35enne - in preda all'alcol - ha violentato e malmenato la nipote, infierendo spegnendole sul corpo anche diverse cicche di sigarette. Quando la zia è rincasata la 21enne ha rilevato tutto. Ma la donna, per evitare ritorsioni da parte del compagno, non ha voluto aiutarla. Per tre giorni la giovane è stata costretta a rimanere in casa.

 

La ragazza è riuscita a trovare aiuto da due vicine di casa, che l'hanno aiutata ad imbarcarsi su un volo per l'Inghilterra dove si trova il fratello. Qui la giovane ha contattato telefonicamente la Questura di Rimini. Gli inquirenti hanno raccolto tutti gli elementi, arrestando lunedì l'orco. Differente la versione dei fatti dell'uomo secondo la quale la ragazza non sarebbe sua nipote. Quella notte tra l'altro, stando alla ricostruzione dell'uomo, la ragazza sarebbe uscita per lavorare a Fano insieme a sua moglie, mentre lui sarebbe rimasto a casa con il figlioletto. Giovedì è attesa la convalida dell'arresto. 

 

Nei guai anche la moglie, denunciata a piede libere per sequestro di persona, e la titolare del condominio, che non aveva registrato i quattro inquilini. Nel blitz le forze dell'ordine hanno individuato un garage che era stato trasformato in monolocale ed una mansarda non a norma. Il tutto era stato realizzato senza i dovuti permessi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -