RICCIONE - Torna ''Alberi&Dintorni'', dal 2 al 4 ottobre al Palazzo del Turismo

RICCIONE - Torna ''Alberi&Dintorni'', dal 2 al 4 ottobre al Palazzo del Turismo

RICCIONE - Salvare, tutelare, incrementare, valorizzare il prezioso patrimonio arboreo e floristico sulla Terra. Su questi obiettivi stanno lavorando e studiando esperti e semplici difensori dell’ambiente in ogni parte del mondo. Alcuni di loro saranno a Riccione dal 2 al 4 Ottobre 2007 al Palazzo del Turismo, chiamati ad illustrare le ultime strategie elaborate e le azioni di successo compiute sul campo nella 2ª edizione di ‘alberi&dintorni’, Incontro internazionale tra alberi e uomini. L’appuntamento, diventato biennale dopo il successo della prima stagione, è organizzato da GEAT Spa, Azienda di servizi del Comune di Riccione, in collaborazione con MAI e Studio Deverde, e vanta un Comitato scientifico coordinato da Daniele Zanzi, Presidente del MAI (Modern Arboriculture Institute) e da Francesco Decembrini, grande tecnico del verde, già dirigente del servizio parchi e giardini del Comune di Merano. E’ atteso per l’inaugurazione il Ministro delle politiche Agricole Paolo De Castro.


L’Ambiente con le sue emergenze e i cambiamenti climatici saranno alla base di gran parte delle relazioni del convegno, affinché mere tecniche e nozioni diventino concreti strumenti di miglioramento della vita sulla Terra. Con questi presupposti nella Sessione Progetti, curata da Annalisa Maniglio Calcagno presidente dell’AIAPP, l’architetto Theo Reesink presenterà “xeriscape”, un sistema di progettazione del verde che ottimizza il bene acqua.


“Impareremo – spiega Daniele Zanzi – come risparmiare acqua nei giardini adottando dei semplici accorgimenti. Il 70% dell’irrigazione dei giardini se ne va in evaporazione. Eppure si possono evitare inutili sprechi con semplici accorgimenti come, ad esempio, accorpare in una stessa area essenze con le stesse esigenze idriche”.


E restando in tema di emergenze climatiche, Ken James dell’Università di Melbourne (Australia) tratterà del limite di tenuta degli alberi durante i venti e le tempeste che stanno battendo sempre con maggior frequenza i Continenti.


Una sessione del Convegno sarà dedicata alle storie e alle avventure vissute dagli uomini e dagli alberi. In questo spazio verrà mostrata con un filmato l’eccezionale impresa compiuta nei giardini delle isole Borromee per salvare un cipresso centenario dell’isola Madre che era stramazzato al suolo con tutto il suo peso di 70 tonnellate e un’altezza di 28 metri, dopo aver ombreggiato per secoli un’area di 500 m². Sono state necessarie quattro gru, utilizzate di solito per estrarre marmo dalle cave, e un lavoro non stop nel caldo tropicale della scorsa estate per rimetterlo in piedi anche se mal concio. E nonostante avesse il 50% delle radici lesionate, il cipresso ad un anno di distanza ha ricacciato.

Questa avventura ha fatto letteralmente il giro del mondo: la Famiglia dei Borromeo, per la quale il cipresso è il simbolo della loro passione per il giardinaggio, ha finanziato l’operazione, e il destino della pianta ha allarmato anche il principe Carlo d’Inghilterra che in passato con la principessa Diana aveva soggiornato proprio alla sua ombra, tanto da mobilitare la BBC che sul salvamento ha realizzato un vero e proprio reportage. Ora, la sopravvivenza di questa pianta permetterà di salvarne tante altre, e le tecniche e le modalità d’intervento applicate saranno presentate questa estate da Daniele Zanzi in un congresso internazionale di arboricoltura a Honolulu (Hawaii), e in seguito qui a Riccione.


Nella seconda giornata dei lavori interverrà Cass Thurnball, Fondatrice e Presidente Internazionale di Plant Amnesty (Seattle – Usa) per parlare delle battaglie dei tanti volontari ambientalisti che inscenano anche trovate impensabili pur di salvare un albero o impedirne sevizie e potature selvagge. Zanzi sottolinea, infine, come questa seconda edizione si rivelerà un vero e proprio tributo a Alex Shigo, padre della moderna arboricoltura, scomparso di recente. In suo onore sarà allestita una mostra fotografica che, attraverso immagini e l’esposizione di scritti inediti dello scienziato, ripercorrerà la sua lunga carriera. All’evento interverrà la moglie Marilyn Shigo.


“alberi&dintorni” significa anche workshop tecnici (giovedì 4 ottobre) durante i quali apprendere tecniche di consolidamento degli alberi con Lothar Wessolly, trattare di biologia e di moderna arboricoltura con Kevin Smith e allestire tappeti erbosi fioriti con il francese Steven Alderton.

Inoltre è previsto lo svolgimento del Campionato Internazionale Competitivo di Tecniche di Potatura a cura dell’Associazione tecnici comunali e di Andrea Maroé. Nell’arco di due giornate, squadre formate almeno da cinque componenti sfronderanno i pini marittimi di viale Ceccarini. Una giuria di esperti ne giudicherà la sicurezza mostrata nel lavoro, l’allestimento del cantiere e le tecniche operative adottate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Convegno gode del patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Rimini e del Comune di Riccione, oltre al supporto di AIAPP, Fondazione Minoprio e SIA.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -