Riccione, video pedo-pornografici nel web. Indagato un 23enne

Riccione, video pedo-pornografici nel web. Indagato un 23enne

Riccione, video pedo-pornografici nel web. Indagato un 23enne

RIMINI - C'è anche un riminese coinvolto nelle indagini contro la divulgazione di video pedo-pornografici su Internet della polizia delle Comunicazioni di Catania, coordinata dal sostituto procuratore Rocco Liguori. Secondo l'accusa, il romagnolo insieme ad altri quattordici indagati, avrebbero utilizzato il programma peer-to-peer "E-mule", per scaricare e diffondere in rete video pedopornografici. Gli inquirenti hanno sequestrato anche materiale informatico.

 

Le città interessate dalle perquisizioni sono state Siracusa, Messina, Bologna, Pistoia, Cagliari, Venezia, Taranto, Roma, Rimini, Brescia, Como e Cuneo. In manette è finito in flagranza di reato un 64enne bolognese nel cui computer la polizia ha rinvenuto migliaia di file video e immagini pedo-pornografici. In Romagna a finire nei guai è stato un 23enne di Riccione.  Sul suo pc sono stati trovati manga giapponesi con minorenni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -