RICCIONE - ''Quella droga è per me'', commerciante ai domiciliari

RICCIONE - ''Quella droga è per me'', commerciante ai domiciliari

RICCIONE – “Non sono uno spacciatore, quella droga è per me”. Si è giustificato così davanti al giudice del Tribunale di Rimini, che gli ha concesso gli arresti domiciliari da scontare in casa del padre, il commerciante riccionese di 41 anni, residente a Coriano, Lucio Santini, arrestato martedì pomeriggio dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Riccione con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.


In suo possesso furono trovati 119 grammi di cocaina e 28 di hashish. La cocaina trovata addosso a Santini era suddivisa in tre involucri, mentre l’hashish è stato rinvenuto a seguito della perquisizione presso la sua abitazione. L’imputato era difeso dall’avvocato Luca Greco.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -