RICERCA - Cnr, cuore infartuato rigenerato con staminali placenta

RICERCA - Cnr, cuore infartuato rigenerato con staminali placenta

Roma, 29 mar. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Cuore danneggiato da infarto riparato grazie alle cellule staminali prelevate da placenta 'a termine'. E' il risultato di uno studio italiano. Nei laboratori dell'Istituto nazionale di biostrutture e biosistemi (Consorzio interuniversitario Inbb), infatti, per la prima volta cuori di ratti sottoposti a infarto sperimentale sono stati rigenerati col trapianto di staminali umane di tipo mesenchimale, isolate da placenta a termine, normalmente eliminata dopo il parto.

La ricerca e' stata realizzata in collaborazione con il Cnr e l'ospedale S. Orsola-Malpighi di Bologna, e pubblicata sul 'Journal of Biological Chemistry', organo ufficiale della American Society of Biochemistry and Molecular Biology.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo tipo di trapianto 'riparatore' si e' dimostrato particolarmente tollerato. Non e' stato necessario, infatti, fare uso di immunosoppressori, pur trattandosi di uno xenotrapianto (donatore e ricevente sono di due specie diverse). Anche dal punto di vista etico si tratta di una tecnica che non pone problemi: le cellule staminali sono state isolate da un organo (placenta a termine) che viene eliminato dopo il parto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -