Ricerca sul Caravaggio, il vicesindaco: "Ravenna è nel mondo"

Ricerca sul Caravaggio, il vicesindaco: "Ravenna è nel mondo"

Ricerca sul Caravaggio, il vicesindaco: "Ravenna è nel mondo"

RAVENNA - Mercoledì mattina al teatro Alighieri la conferma dei dati che portano, attraverso l'integrazione tra i risultati dell'indagine storiografica, gli esiti delle ricerche di biologia scheletrica, dell'impiego delle tecnologie per l'accertamento dei metalli pesanti, del metodo del carbonio 14 e dell'analisi sul dna, ad attribuire con certezza al Caravaggio i resti analizzati. Raggiante il vicesindaco Giannantonio Mingozzi: "Molti i network che hanno dato spazio alla ricerca".

 

GUARDA LA FOTOGALLERY (di Massimo Argnani)

 

"Le principali testate giornalistiche nazionali, dodici network televisivi italiani e stranieri - tra i quali Rai, Mediaset, Bbc, Cnn - agenzie, come la Associated Press, ed altre importanti testate scientifiche di tutta Europa, sono stati a Ravenna per due giorni e hanno contribuito a diffondere l'immagine della città e le sue opportunità, divulgando l'annuncio dei risultati della ricerca sui resti del Caravaggio", sottolinea il vicesindaco.

 

Martedì sera Mingozzi ha ringraziato, in un incontro conviviale, giornalisti e stampa di tutto il mondo, per l'attenzione rivolta a Ravenna "proprio in relazione al ruolo dei ricercatori della nostra sede universitaria e al contesto culturale che si è creato, grazie al Comitato nazionale per la valorizzazione dei beni storici, culturali e ambientali, presieduto da Silvano Vinceti e coordinato da Giorgio Gruppioni".

 

A fine giugno, sempre a Ravenna, sarà presentato in anteprima il volume "L'enigma Caravaggio".

"Ringrazio soprattutto - aggiunge il vicesindaco Mingozzi - le fondazioni bancarie della Cassa di Risparmio di Ravenna e del Monte di Bologna e Ravenna, la Fondazione RavennAntica e tutti coloro che hanno collaborato a questo importante appuntamento ravennate, che non finisce qui e che continuerà a produrre, grazie ai nostri laboratori e al dipartimento di beni culturali, ulteriori momenti di indagine e di nuove scoperte".

 

Infine Mingozzi ribadisce come "la presenza a Ravenna di numerose facoltà universitarie, di studenti e di ricercatori che hanno fatto della nostra città e della nostra provincia la sede di lavoro nei campi più svariati, dai nuovi materiali alla nautica, dal restauro dei beni culturali alla giurisprudenza, dalle nuove tecniche di costruzione in ingegneria all'urbanistica e alla medicina, dallo studio della voce alle nuove professionalità infermieristiche, ci confortano nel continuare sulla strada dell'innovazione per poter creare nuovi posti di lavoro che affidino ai giovani le redini del nostro futuro, con una base solida e con la certezza che Ravenna nel mondo ormai è conosciuta per la storia, il turismo, il porto, la propria economia, ma anche l'impegno scientifico e il rigore degli studi universitari, che attirano studenti di tutta Italia e di altri paesi del mondo".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -