Riciclaggio, problemi di salute: Mokbel finisce ai domiciliari

Riciclaggio, problemi di salute: Mokbel finisce ai domiciliari

ROMA - Gennaro Mokbel, l'imprenditore finito in carcere 16 mesi fa per un maxiriciclaggio di due miliardi di euro, realizzato tra il 2003 e il 2007 con una serie di truffe telefoniche finalizzate all'evasione dell'Iva, si trova ora agli arresti domiciliari per motivi di salute. La prima sezione penale del tribunale di Roma ha accolto l'istanza presentata dagli avvocati Cesare Placanica e Ambra Giovene, nonostante il parere negativo della procura

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora Mokbel si trova ai domiciliari in una casa romana con il divieto di comunicare con qualsiasi mezzo anche telefonico o informatico, con persone diverse da quelle che con lui coabitano, lo assistono o lo difendono.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -