Rientrate in Italia le salme degli alpini caduti in Afghanistan

Rientrate in Italia le salme degli alpini caduti in Afghanistan

E' atterrato a Ciampino il C-130 dell'Aeronautica Militare che ha riportato a casa le salme dei quattro alpini rimasti uccisi due giorni fa in Afghanistan. Ad attenderle le massime cariche dello Stato, tra cui il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed il premier Silvio Berlusconi. Intanto si accende la polemica sulla possibilità di armare i caccia italiani con le bombe. Ora il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, chiede che sulla questione si pronunci il Parlamento.

 

L'ultimo addio ai caporal maggiori Francesco Vannozzi, 26 anni, di Pisa, Gianmarco Manca,32, di Alghero, Sebastiano Ville,27, di Francofonte, in provincia di Siracusa e al salentino Marco Pedone, 23, è previsto per martedì a Roma, quando saranno celebrati i funerali solenni.

 

"Per mia decisione si è stabilito che i caccia venissero utilizzati soltanto con il cannoncino di bordo, quindi l'Italia ha gli aerei senza le bombe - ha spiegato il ministro su Rai3 - Ho ritenuto che potessimo farne a meno perché vi è comunque rischio di mettere a repentaglio vite civili: per questo ho pensato finora di dire no". Ma visto l'accaduto ed "il dolore ad ogni morte", chiede alla Camera di decidere

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -