Rifiuti, Berlusconi: ''Stop alle discariche di Cava Vitellio e Serre''

Rifiuti, Berlusconi: ''Stop alle discariche di Cava Vitellio e Serre''

Rifiuti, Berlusconi: ''Stop alle discariche di Cava Vitellio e Serre''

NAPOLI - C'è la tanto sospirata fumata bianca sul problema rifiuti che da settimane sta affliggendo il napoletano. Sarà anche cancellata la legge che prevedeva la discarica di Serre (oasi naturalistica del Wwf). Lo ha annunciato al termine di una runione in Prefettura a Napoli il premier Silvio Berlusconi, spiegando che la modifica alla legge 123 che all'articolo 6 recava l'indicazione per Cava Vitiello e Valle della Masseria si farà "entro la prossima settimana".

 

Questo, ha spiegato il presidente del Consiglio, avverrà "probabilmente attraverso un semplice voto delle Commissioni". Soddisfatti i primi cittadini e i manifestanti antidiscarica. L'accordo raggiunto sui siti di compostaggio consentirà ad arrivare in sei mesi a portare nel sito di Cava Sari "solo rifiuti non producenti percolato e miasmi", ha evidenziato Berlusconi. "L'esito dell'incontro non era scontato, ma alla fine ha prevalso il buon senso", ha detto il sindaco di Boscoreale, Gennaro Langella.

 

Il primo cittadino ha spiegato che "la discussione era inizialmente incentrata sull'incentivazione della raccolta differenziata. Successivamente tutti i sindaci hanno espresso il loro 'no' a Cava Vitiello". Langella ha chiarito che, in base all'accordo, "i sindaci si assumono la responsabilità di essere parte attiva nel processo di smaltimento dei rifiuti: poiché siamo tutti responsabili di questa situazione dall'ultimo cittadino al presidente del Consiglio, ognuno di noi deve fare la propria parte".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -