Rifiuti in Campania, Italia condannata

Rifiuti in Campania, Italia condannata

Rifiuti in Campania, Italia condannata

La Corte di giustizia Ue ha condannato l'Italia per la gestione dei rifiuti in Campania. In particolare, "non avendo creato una rete adeguata ed integrata di impianti di recupero e di smaltimento dei rifiuti nelle vicinanze del luogo di produzione e non avendo adottato tutte le misure necessarie per evitare di mettere in pericolo la salute umana e di danneggiare l'ambiente nella regione Campania, e' venuta meno agli obblighi che le incombono in forza della direttiva rifiuti".

 

Restano quindi congelati i fondi comunitari destinati alla Campania e bloccati dalla Commissione europea dopo l'avvio della procedura d'infrazione. In ballo ci sono circa 500 milioni di euro, secondo i dati della Regione, di cui 300 della programmazione 2007-2013 e i restanti dei sette anni precedenti, bloccati da Bruxelles a giugno del 2007.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -