RIFIUTI - Martedì lo sciopero dei netturbini: cassonetti a 'rischio' in regione

RIFIUTI - Martedì lo sciopero dei netturbini: cassonetti a 'rischio' in regione

Sciopero dei cassonetti la prossima settimana in Emilia-Romagna. A proclamarlo sono i sindacati Cgil-Cisl-Uil, che hanno indetto per martedì 11 marzo un’intera giornata di sciopero. Coinvolti nell’agitazione oltre 6000 operatori. I netturbini chiedono soprattutto che venga riaperto il negoziato per il rinnovo dei due contratti nazionali di lavoro. A tal proposito vengono sollecitati la Regione e i Comuni (che sono soci di Hera, l’azienda che gestisce il servizio rifiuti).


Per Cgil, Cisl e Uil "il contestuale rinnovo di questi contratti, riguardanti sia le aziende pubbliche dell'igiene urbana sia quelle private e cooperative, è una condizione indispensabile affinché si rafforzi un sistema integrato e qualificato sui rifiuti solidi urbani". I sindacati ritengono inoltre “necessario unificare in un unico testo” i due contratti nazionali di lavoro al fine di “estendere le stesse garanzie e le stesse tutele a tutti i lavoratori del settore".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -