Rifiuti pericolosi nell'inceneritore: arrestato il presidente della Riso Scotti

Rifiuti pericolosi nell'inceneritore: arrestato il presidente della Riso Scotti

MILANO - Il presidente e amministratore delegato del gruppo industriale Riso Scotti spa, Angelo Dario Scotti, si trova da martedì mattina agli arresti domiciliari dopo un'operazione congiunta effettuata dal Corpo Forestale e dalla Dia su ordine della Procura di Milano. Nel mirino degli inquirenti è finita la centrale elettrica della Scotti, a Pavia, dove, secondo l'accusa, venivano bruciati rifiuti di vario tipo, alcuni dei quali classificati come pericolosi, al posto di biomasse.

 

Secondo gli investigatori, per evitare di restituire allo Stato 7 milioni indebitamente percepiti per la falsa produzione di energia pulita, la Riso Scotti Energia avrebbe elargito consistenti somme di denaro in contante a funzionari compiacenti del Gse di Roma. In carcere è finito Franco Centili, già funzionario del Gestore dei servizi energetici (Gse) di Roma e attuale collaboratore della struttura, dopo essere andato in pensione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -