Rimini: 350 partecipanti al convengno sulla comunicazione unica

Rimini: 350 partecipanti al convengno sulla comunicazione unica

RIMINI - Oltre 350 i partecipanti lunedì mattina al convegno che la Camera di commercio di Rimini ha organizzato, presso la Sala Leonardo del Grand Hotel di Rimini, sul tema della ComUnica, la comunicazione unica d'impresa che permette in via telematica di ottemperare agli obblighi di legge verso Camere di commercio, INPS, INAIL e Agenzia delle Entrate.

 

"La Camera di commercio di Rimini - ha detto il Presidente della Camera di commercio di Rimini, Manlio Maggioli, aprendo i lavori del convegno - con la ComUnica, rafforza ulteriormente la propria azione di semplificazione amministrativa a favore delle imprese: ricoprirà così un ruolo cruciale, perché accoglierà e governerà il flusso e lo smistamento telematico alle altre Amministrazioni - Agenzia delle Entrate, INPS e INAIL - di tutte le pratiche telematiche di avvio e modifica delle imprese".

 

La fase di sperimentazione ha visto, su di un totale nazionale di 82.100, l'Ente camerale riminese gestire 1.126 pratiche di ComUnica, pari al 2,56% del totale (19° posto assoluto in Italia; 3° tra le Camere definite "piccole" dietro Potenza e Ravenna), dal primo aprile 2010 la ComUnica diventa obbligatoria per ogni tipo di impresa e di adempimento.

 

Al convegno sullo "Stato dell'arte e prospettive alla fine del periodo di sperimentazione della ComUnica", sono intervenuti Giuseppe Mazzarino, Conservatore Registro Imprese della Camera di Commercio di Rimini; Marco Maceroni, Dirigente del Ministero dello Sviluppo Economico e Docente di Diritto Commerciale presso la Universitas Mercatorum - Università telematica delle Camere di Commercio Italiane; Antonio Fina, Direttore Agenzia delle Entrate di Rimini; Antonio Gatto, Funzionario I.N.P.S. di Rimini; Sergio Samorì, Direttore I.N.A.I.L. di Rimini; Antonio Benfatto, Responsabile Area Nord InfoCamere.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -