Rimini, abusi sulla figliastra: 50enne condannato a 13 anni

Rimini, abusi sulla figliastra: 50enne condannato a 13 anni

RIMINI – Avrebbe abusato per due anni, alla morte della sua nuova convivente, della figlia della donna. La Terza Sezione della Corte d’Appello di Bologna ha condannato a tredici anni di reclusione un cinquantunenne originario di Ferrara, che doveva rispondere anche delle accuse di lesioni, minacce ed estorsioni ai danni della ragazza, poco più che ventenne. L’uomo, in carcere dal 27 settembre dello scorso anno, era stato condannato a Rimini in primo grado a 18 anni.


Gli episodi contestati vanno dal 2003, quando morì la convivente dell’uomo e madre della ragazza, ed il 2005 quando la giovane decise di andare a vivere a Rimini. Ma il 51enne la rintracciò, minacciandola con un coltello alla gola e pretendendo di far sesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo venne condannato nel 1975 a 24 anni e sei mesi di reclusione per la morte, come conseguenza di maltrattamenti, del figlio naturale. Nel 1988, tuttavia, beneficiò della grazia, tornando in libertà.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -