Rimini: accusato di spaccio, condannato a sei anni

Rimini: accusato di spaccio, condannato a sei anni

Rimini: accusato di spaccio, condannato a sei anni

RIMINI - E' accusato dello spaccio di un chilo e trecento grammi di cocaina assieme alla sorella, il cognato ed il fratello del cognato. Massimo Balsamo, 30 anni napoletano, è stato condannato mercoledì a sei anni di reclusione (il pm ne aveva richiesti sette e mezzo). L'imputato, che ha già iniziato a scontare la pena agli arresti domiciliari, ha sempre negato di esser coinvolto nei traffici della sorella Emanuela, arrestata il 6 dicembre del 2006 assieme al marito Massimo De Martino.

 

In quella circostanza finirono in manette anche Mario De Martino e Vito Angelo Greco. I quattro avevano il compito di trasportare la droga dal capoluogo partenopeo alla Riviera Romagnola. I corrieri avevano usufruito di due automobili, una Polo utilizzata dai coniugi De Martino ed una Punto.

 

Gli agenti della Squadra Mobile erano già da un po' di tempo sulle loro tracce. Il blitz è stato compiuto mentre i quattro stavano smontando il pianale posteriore della Fiat, dove sono stati rinvenuti circa un chilogrammo di cocaina. Altri 312 grammi della stessa sostanza spuntarono in un porta oggetti dentro la Polo.

 

Le forze dell'ordine, poi, perquisirono anche le rispettive abitazioni trovando tutto l'occorrente per il dosaggio e il confezionamento della cocaina. In quella occasione Balsamo riuscì a sfuggire alla cattura. Venne arrestato un anno più tardi nel corso di un controllo di Polizia a Napoli.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -