Rimini, aggredirono supporter del Riccione: restano in carcere i cinque ultrà

Rimini, aggredirono supporter del Riccione: restano in carcere i cinque ultrà

Rimini, aggredirono supporter del Riccione: restano in carcere i cinque ultrà

RIMINI - Il tribunale del Riesame di Bologna ha negato la scarcerazione dei cinque ultras del Rimini 1912, arrestati lo scorso 18 luglio con l'accusa lesioni gravissime in concorso dopo aver aggredito alcuni supporter del Riccione lo scorso 13 agosto al termine di un amichevole allo stadio 'Romeo Neri' di Rimini. Gli avvocati Giuliano Renzi e Andrea Tura stanno attendendo di leggere le motivazioni del giudice per valutare come procedere e se fare ricorso in Cassazione.

 

Le manette sono scattate per E.M.B., 20 anni di Rimini; F.M., 21 anni di Cattolica, residente a San Giovanni in Marignano; F.N., 21 anni di Rimini; M.S., 22 anni di Pesaro, residente a Belforte all'Isauro; e L.K., albanese di 22, residente a Rimini. A incastrarli sono state le immagini delle telecamere di videosorveglianza, che hanno immortalato i cinque mentre stavano dando la caccia ai tre sostenitori del Riccione. Quest'ultimi sono stati poi picchiati con cinghie, bastoni e catene. Uno dei malcapitati rischia di perdere la pista poiché colpito ad un occhio con un ombrello.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -