Rimini, aggressione a tifoso del Riccione. Il Dna incastra un altro ultrà

Rimini, aggressione a tifoso del Riccione. Il Dna incastra un altro ultrà

Rimini, aggressione a tifoso del Riccione. Il Dna incastra un altro ultrà

RIMINI - Svolta nelle indagini sull'aggressione subita da alcuni sostenitori del Riccione a margine dell'amichevole del 14 agosto scorso contro il Rimini. Le analisi effettuate dai Carabinieri del Ris di Parma su una t-shirt di un supporter riminese hanno evidenziato la presenza di tracce ematiche appartenenti ad uno dei tre riccionesi rimasti feriti quella sera. Un 21enne rimase gravemente ferito ad un occhio, mentre gli altri due avevano riportato lesioni di media gravità.

 

Attualmente sono sei i giovani detenuti al ‘Casetti', mentre un settimo è stato scarcerato qualche settimana fa. Ma per la magistratura i responsabili dell'agguato potrebbero esser almeno il doppio. Alla luce degli accertamenti scientifici il proprietario dell'indumento sporco potrebbe finire nei guai. Non sono da escludere nelle prossime settimane altri arresti.

 

Il fascicolo d'inchiesta è nelle mani del pm Davide Ercolani che ha disposto una perizia medica sul 21enne.

L'incarico è stato affidato al professor Pier Paolo Balli che dovrà accertare se le lesioni all'occhio sinistro subite dal riccionese sia tali da compromettere per sempre la vista.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -