RIMINI - Al Museo degli Sguardi la mostra ''Viaggio in fondo alla notte''

RIMINI - Al Museo degli Sguardi la mostra ''Viaggio in fondo alla notte''

RIMINI - Il Museo degli Sguardi, raccolte etnografiche di Rimini, inaugura la mostra “Viaggio in fondo alla notte. L'arte delle etnie all'equatore africano” sabato 10 marzo alle ore 16, nella sede di Villa Alvarado a Rimini.

La mostra, aperta fino al 3 giugno 2007, si rivolge allo “sguardo” del collezionista, e più precisamente alla Collezione di opere africane di Fabrizio Corsi. L'iniziativa si inquadra nella rassegna di mostre dal titolo “Antropologia del comportamento estetico”, che verranno realizzate dal Museo degli Sguardi nel corso del 2007.

La mostra, curata da Fabrizio Corsi, rappresenta essenzialmente lo sguardo di un collezionista di opere africane, delle sue ricerche individuali e dei suoi studi personali per la loro comprensione e la loro presentazione al pubblico. Anche il titolo, che riflette quello di un capolavoro del Novecento francese "Viaggio al termine della notte" di Louis-Ferdinand Céline, testimonia della particolare passione di Corsi per le esperienze del limite.

All’ inaugurazione sarà presente il curatore della mostra Fabrizio Corsi.

L’iniziativa si avvale della sponsorizzazione di Il Tucano Tour Operator Viaggi Ricerca di Willy Fassio (Torino) e della Vitemper di Giovanni Marinelli (Pesaro)

La mostra, ad ingresso gratuito, è visitabile dal martedì al venerdì dalle ore 9 alle 12, sabato, domenica e festivi dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. lunedì non festivi giorno di chiusura.

Info: musei comunali tel. 0541/704421-26 - fax 0541/704410, e-mail: musei@comune.rimini.it


SCHEDA

La Mostra Viaggio in fondo alla notte. L'arte delle etnie all'equatore africano, curata da Fabrizio Corsi, propone una riflessione su come la cultura occidentale ha guardato il continente africano e gli africani e rappresenta essenzialmente lo sguardo di un collezionista di opere africane, delle sue ricerche individuali e dei suoi studi personali per la loro comprensione e la loro presentazione al pubblico. Non vuole, quindi, offrire un'analisi definitiva, bensì, nella maggior parte dei casi, delle ipotesi da confrontare e da verificare.


Nella mostra saranno esposte 64 opere africane della Collezione privata di Fabrizio Corsi. Questa esposizione analizza una regione specifica dell'Africa Nera, a cavallo dell'equatore, dal Cameroun alla Repubblica Democratica del Congo ed incentrata sul Gabon. Le sculture esposte offrono una panoramica non solo delle popolazioni più importanti, quali Fang, Punu e Yombe, ma anche delle etnie meno note. In questo modo si evidenzia la peculiarità della zona e la grande varietà degli stili artistici.


Il titolo della mostra, “Viaggio in fondo alla notte”, fa riferimento, innanzitutto, al romanzo (1932) di Louis – Ferdinand Celine “Viaggio al Termine della Notte” che visse alcuni anni della sua esistenza fra il Cameroun ed il Gabon; descrizione del contesto fisico ed umano della zona. Poi “la notte” della foresta pluviale, habitat della maggior parte delle etnie presentate nella mostra, dove il cielo, frequentemente coperto da uno spesso strato di nubi, e le immense chiome degli alberi, condannano gli esseri viventi ad un'ombra continua. Ma è anche “la notte” delle nostre conoscenze sulla cultura di questi popoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La finalità della mostra rientra negli obiettivi del Museo degli Sguardi, come sostiene Marc Augè, Presidente del Comitato Ordinatore del Museo, "… il Museo degli Sguardi vorrebbe avvicinare il proprio pubblico alla dimensione riflessiva della nostra relazione con l'arte degli "altri". In questa ricerca il collezionista utilizza le proprie opere esaltandone anche la dimensione estetica, a prescindere dalla loro antichità e dal loro rispetto ossequioso dei canoni stilistici originari.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -