Rimini, al via ''Sia Guest''. I dati Federalberghi: Italia prima in Europa per camere d'hotel

Rimini, al via ''Sia Guest''. I dati Federalberghi: Italia prima in Europa per camere d'hotel

Rimini, al via ''Sia Guest''. I dati Federalberghi: Italia prima in Europa per camere d'hotel

RIMINI - Sabato mattina "Sia Guest" ha ufficialmente tagliato il traguardo dei sessant'anni. Il Salone internazionale dell'accoglienza, che Rimini Fiera organizza fino a martedì con il patrocinio di Federalberghi e Aipi - Associazione Italiana Progettisti in Architettura di Interni, è stato inaugurato dal coordinatore degli Assessori Regionali al Turismo, Mauro Di Dalmazio, affiancato dal presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni e dal presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca.

 

Presenti l'assessore all'Urbanistica della Provincia di Rimini Vincenzo Mirra e gli assessori del Comune di Rimini Antonio Gamberini (al Turismo) e Antonella Beltrami (alle Politiche Finanziarie e di Bilancio). "SIA GUEST - ha detto il presidente Cagnoni - rappresenta per noi di Rimini Fiera, ma anche per tutto il territorio, una manifestazione che nei decenni ha marcato il cammino di crescita della nostra industria più potente. Oggi è una fiera internazionale votata all'innovazione, capace di generare centinaia di incontri d'affari fra operatori e buyers nazionali ed esteri; è il crocevia della creatività dei migliori designer per i luoghi dell'accoglienza".

 

Il coordinatore Di Dalmazio, che è anche assessore allo Sviluppo del Turismo della regione Abruzzo, ha aggiunto: "L'innovazione e la riqualificazione del sistema ricettivo che trovano espressione concreta qui a SIA GUEST sono un fattore essenziale per competere su un mercato nel quale agisce un numero crescente di concorrenti. L'Italia ha solide fondamenta, uno straordinario patrimonio e una grande vocazione, ma non bastano. Le Regioni chiedono al Governo di lavorare insieme ad un masterplan, da realizzare in sei mesi, che definisca lo sviluppo dei prossimi dieci anni. Il turismo è una risorsa fondamentale per il rilancio del nostro Paese, al quale dobbiamo aggiungere qualità, ricerca e risorse".

 

Gli ha fatto eco il presidente Bocca: "SIA GUEST è un appuntamento inderogabile che dimostra la vicinanza del settore alberghiero a Rimini Fiera. Questa è una delle manifestazioni più importanti in assoluto per le attrezzature dell'hotellerie, e acquista una rilevanza ancora maggiore in un momento come questo: l'aumento della concorrenza nel settore turistico impone un continuo aggiornamento su tutto ciò che il mercato offre per migliorare le strutture ricettive italiane".

 

Dopo il taglio del nastro si è tenuto il consueto incontro promosso da Federalberghi (che quest'anno festeggia anch'essa, come SIA GUEST, il 60° della fondazione) che quest'anno aveva per tema "Ospitalità italiana: analisi e proposte per lo sviluppo del sistema ricettivo nazionale". Emilio Becheri (Mercury Firenze) ha illustrato i dati. Al dibattito, moderato dal giornalista Brunello Cavalli, hanno preso parte: Bernabò Bocca (Presidente Federalberghi), Mauro Di Dalmazio (Coordinatore Assessori Regionali Turismo) e Fabio Lazzerini (Amministratore delegato Amadeus Italia). Il Ministro del Turismo, Michela Vittoria Brambilla, ha concluso i lavori.

 

E veniamo ai dati. Dal 1950 (anno della costituzione di Federalberghi) il numero delle strutture ricettive è passato da 20 mila ad oltre 34 mila unità, quello dei posti letto da 365 mila a poco più di 2,2 milioni di oggi e le camere da 216 mila nel 1950 a quasi 1,1 milioni di oggi. L'Italia, con le sue 1,1 milioni di camere alberghiere è quarta nel mondo, dietro gli USA (4,6 milioni di camere), il Giappone (1,7 milioni) e la Cina (1,6 milioni).

 

L'Italia in Europa è prima per numero di camere (1,1 milioni) e posti letto (2,2 milioni) sopravanzando la Germania (920 mila camere e 1,7 milioni letti), la Spagna (840 mila camere e 1,7 milioni letti) e la Francia (630 mila camere e 1,3 milioni letti). Il tasso lordo di occupazione annua della camere vede l'Italia al 20° posto in Europa con il 31,3% rispetto ad una media europea del 36,4%. Ci sopravanzano la Francia (44,1%), la Spagna (43,6%) e l'Austria (38,9%). Quanto alle presenze alberghiere l'Italia è seconda con 252 milioni di pernottamenti, sopravanzata solo dalla Spagna che registra 268 milioni di pernottamenti alberghieri.

 

Seguono a distanza la Germania con 218 milioni e la Francia con 202 milioni di pernottamenti. In Italia le presenze turistiche annuali ammontano a quasi 374 milioni (96 milioni di arrivi), di cui 252 milioni alberghiere (e 77 milioni di arrivi) e 122 milioni extralberghiere (ed oltre 18 milioni di arrivi). Quasi il 60% della clientela è italiana, la restante è estera. Il 31% degli alberghi si trova in località di mare, il 19% in località d'arte maggiori e minori, il 15% in località montane, il 5% in località termali, il 4,5% in località lacuali ed il restante tra città d'affari, località collinari e religiose. In Italia esistono complessivamente tra alberghi, campeggi, villaggi, agriturismi, bed&breakfast ed alloggi in affitto oltre 140 mila strutture con quasi 4,7 milioni di posti letto.

 

La regione italiana dotata del maggior numero di alberghi è il Trentino Alto Adige con 5.862 strutture, seguito dall'Emilia Romagna con 4.618 e dal Veneto con 3,248 alberghi. Il maggior numero di posti letto spetta invece all'Emilia Romagna con quasi 300 mila letti, seguita dal Trentino Alto Adige con 245 mila letti e dal Veneto con 221 mila letti. La Toscana con 43 alberghi detiene il primato delle strutture a 5 stelle. Le 4 stelle primeggiano invece in Lombardia con 514 strutture. Le 3 stelle vedono il record in Trentino Alto Adige con 3.226 strutture che detiene anche il primato per i 2 stelle (1.509) e per gli 1 stella (647). Roma è la città col maggior numero di posti letto: 102 mila, seguita da Rimini con 68 mila e Milano con 49 mila.

 

Il Trentino Alto Adige è la regione col maggior numero di pernottamenti annui (33,7 milioni), seguito dall'Emilia Romagna (30,6 milioni) e dal Veneto (28,6 milioni). La provincia col maggior numero di pernottamenti annui è Roma con 23,6 milioni, seguita da Bolzano con 22,4 milioni, Rimini con 14,6 milioni, Venezia con 13,7 milioni e da Milano con 10,2 milioni. Il 5,6% degli alberghi presenti in Italia, pari a 1912 strutture, appartengono a catene (di cui il 30% estere), il restante 94,4%, pari a 32.242 strutture, sono alberghi individuali. I consumi turistici ammontano ogni anno a quasi 100 miliardi di euro tra italiani e stranieri, un terzo dei quali imputabile agli alberghi (33 miliardi di euro).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -