Rimini, alcolici fino a 3. Lanzetti (Fipe Confcommercio): ''Mediazione ok''

Rimini, alcolici fino a 3. Lanzetti (Fipe Confcommercio): ''Mediazione ok''

Rimini, alcolici fino a 3. Lanzetti (Fipe Confcommercio): ''Mediazione ok''

Rimini - "Permane una valutazione critica sull'efficacia della legge di perseguire gli obiettivi di sicurezza limitando la liberta' individuale, tuttavia possiamo dire che e' stata raggiunta una mediazione". Nell'ambito della modifica del Codice della strada, il Senato, giovedì mattina, ha approvato in sede definitiva l'emendamento in base al quale sara' possibile somministrare alcolici fino alle 3.

 

A Rimini, dove il tema rimane particolarmente sentito, interviene il presidente comunale di Fipe Confcommercio, Giuliano Lanzetti, che giudica il risultato una mediazione "sicuramente migliorativa rispetto alla precedente situazione". La Confcommercio riminese intravede nell'orientamento del Parlamento la volonta' di "fermare le situazioni 'incontrollabili', riportando i consumi di bevande alcoliche nei luoghi che possono prestare determinate garanzie".

 

Anche lo stop alle 24 alla vendita negli esercizi e nelle attivita' non abilitate alla somministrazione, cosi' come il divieto di somministrazione di alcolici congiunta all'attivita' di intrattenimento dopo le 20 per gli stabilimenti balneari, secondo Lanzetti "sono la testimonianza della direzione presa dal Parlamento".

 

Lanzetti invita Rimini a guardare agli Usa, dove "chi e' gia' stato trovato ubriaco al volante dovra' installare obbligatoriamente nella sua auto un alcol test in grado di impedire l'accensione del motore". Fa eco Marzia Matteoni, presidente della delegazione riminese di Confcommercio Imprese per l'Italia, che invita l'amministrazione comunale a "dare rapida attuazione al progetto 'Notti Sicure' formulato da Fipe che prevede regole chiare sulle responsabilita' e le competenze legate ad un aspetto cosi' delicato quale il consumo di alcol". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -