Rimini, all'Ac Rimini l'uso esclusivo del 'Romeo Neri'

Rimini, all'Ac Rimini l'uso esclusivo del 'Romeo Neri'

Rimini, all'Ac Rimini l'uso esclusivo del 'Romeo Neri'

RIMINI - La Giunta comunale, convocata giovedì mattina dal sindaco Andrea Gnassi, ha deciso di concedere a una sola società calcistica l'utilizzo dello stadio comunale "Romeo Neri" per il campionato di calcio 2011 - 2012.  Dall'esperienza maturata durante lo svolgimento dello scorso campionato, sono infatti emersi tutti i problemi strutturali legati ad un uso intenso della struttura stressata consecutivamente ogni domenica dallo svolgimento delle partite.

 

CAMPO "STRESSATO" - L'uso continuo del campo ha fortemente influito in termini negativi sullo stato del manto erboso specie in periodo invernale. Una situazione ripresa più volte dalla stampa locale e oggetto di dibattito in Consiglio comunale attraverso le interrogazioni alla Giunta dei consiglieri. Un utilizzo troppo intensivo che anche la società incaricata della manutenzione del campo (Anthea) evidenzia in un proprio parere dove ritiene che "dal punto di vista della manutenzione del tappeto erboso sarebbe opportuno ridurre al minimo indispensabile le frequenze di utilizzo dell'impianto".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 L'INTERVENTO DELL'ASSESORE BRASINI - "Nella valutazione complessiva della Giunta - ha sottolineato l'assessore allo Sport Gian Luca Brasini - vi è stata anche la valutazione della politica societaria dell'A.C. Rimini. Una politica sociale caratterizzata dall'attaccamento al territorio e da un forte sviluppo impresso al settore giovanile, a quella parte cioè della pratica sportiva che più di ogni altro interessa una Pubblica amministrazione. Un impegno e un progetto che coinvolge, caratterizzato da un importante investimento di risorse economiche, oltre 400 ragazzi e le loro famiglie, fatto di pratica sportiva ma anche di coesione e pratica sociale, che ha saputo con progetti intelligenti e lungimiranti espandersi anche nei comuni limitrofi della provincia."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -