Rimini: alla festa del Pd ospiti Zavoli, Rosy Bindi, Minniti e Fioroni

Rimini: alla festa del Pd ospiti Zavoli, Rosy Bindi, Minniti e Fioroni

Sergio Zavoli

RIMINI - Politica, cultura, mostre fotografiche, fumetti, video e "contaminazioni musicali": torna la la Festa comunale del Partito democratico di Rimini venerdì 17 luglio. Giunto al suo secondo appuntamentom si terrà al Parco della Cava fino a domenica 26 luglio. Previsti i dibattiti con i protagonisti della politica nazionale e locale: Sergio Zavoli, Rosi Bindi, Vasco Errani, Marco Minniti e Giuseppe Fioroni per citare solo alcuni ospiti.

 

Alle 20,30 e, a mezza sera, il tradizionale liscio che per due sere lascia il posto ai suoni sudamericani del Club Latino e alle note cantautorali dei riminesi Bajafonda. E accanto i classici stand con gli oltre 150 volontari che cucinano i piatti della tradizione romagnola di carne e pesce, oltre alla pizza.

 

"Anche quest'anno la festa democratica riminese non delude le aspettative sia per gli eventi previsti nel programma politico culturale sia per la partecipazione dei volontari. - dice Tonino Bernabé, responsabile festa Pd Rimini - Segni di grande vitalità del nostro partito impegnato da settembre nel proprio percorso congressuale. Dobbiamo recuperare anche grazie a questa festa, lo spirito originario che animò la nascita del partito democratico. La partecipazione non si esaurisce con la "chiamata" alle primarie (certamente utili ma non esaustive) ma con la garanzia di opportunità di incontro, discussione, confronto e approfondimento fra i quali inseriamo i tanti dibattiti previsti in questa nostra festa".

 

"Chi vuol discutere da oggi può trovare un luogo vero come la Festa democratica: popolare e aperto a tutti - dice il segretario provinciale Andrea Gnassi - per come l'abbiamo voluta e per come la vogliamo la Festa è anche un luogo di reale discussione e approfondimento programmatico, che non resta appannaggio di pochi, di gruppi dirigenti o di personalità: vogliamo che siano, attraverso la festa, la base, i circoli, la gente che verrà a trovarci i veri protagonisti".

 

Dalle 20,30 le serate dedicate alla politica e alla cultura con gli appuntamenti per il grande pubblico, nell'arena principale. Sabato 18 è Sergio Zavoli l'ospite d'onore: il presidente della commissione di Vigilanza Rai parlerà di "Democrazia e informazione". Intervista alla vicepresidente della Camera dei deputati Rosi Bindi domenica 19, mentre lunedì 20 si parlerà del Piano casa, con l'assessore regionale Giancarlo Muzzarelli, il presidente dell'ordine degli ingegneri di Rimini Marco Manfroni, il segretario dell'Ordine degli Architetti Massimiliano Dirotti e il consigliere regionale Roberto Piva.

 

Martedì 21 il tema sarà la sicurezza urbana, con il responsabile nazionale Pd Marco Minniti, il sindaco di Rimini Alberto Ravaioli e l'assessore Roberto Biagini. "Una proposta per invertire il declino dell'Italia": se ne parlerà con i giornalisti Pietro Greco, Primo Silvestri e Marco Pivato mercoledì 22. Giovedì 23 invece duplice appuntamento, dapprima l'ospite sarà l'ex ministro Giuseppe Fioroni e, a seguire la presentazione dl libro "Il gotha di Cosa Nostra" con l'autore Piergiorgio Morosini, Gip presso il Tribunale di Palermo e membro del direttivo dell'Associazione nazionale Magistrati. Il Federalismo terrà banco venerdì 24 con Filippo Penati, già presidente della Provincia di Milano.

 

Sabato 25 un prologo con la cultura: verrà presentato il documentario "Insulo de la Rozoj (L'isola delle Rose), la libertà fa paura", con gli autori Stefano Bisulli, Vulmaro Doronzo, Giuseppe Musilli, Roberto Naccari. Dalle 20 invece arriverà l'ospite della Festa: il presidente della Regione Emilia - Romagna Vasco Errani, che dialogherà con il segretario provinciale Andrea Gnassi e il presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali. L'ultima serata, domenica 26, sarà dedicata al confronto con l'Amministrazione Comunale di Rimini, su "Risorse e investimenti": saranno presenti il sindaco Ravaioli, il vicesindaco Maurizio Melucci, il presidente della Provincia Stefano Vitali.

 

Il programma quotidiano della festa si apre invece con gli "aperitivi culturali": ogni giorno alle 19. Venerdì 17 viene inaugurata la mostra fotografica di Gilberto Urbinati "Intorno a me ogni giorno", uno sguardo diverso sulla città, della quale sarà presentato una lettura critica a cura dello storico dell'arte Alessandro Giovanardi domenica 26 luglio. Sabato 18 l'aperitivo sarà con lo psicologo Donato Piegari con "Una, nessuna, centomila ... culture: creatività e immagine nell'era dell'homo videns". Due gli aperitivi dedicati al fumetto, il primo con Egisto Quinto Seriacopi, della Dada editore, che parlerà del "Fumetto, editoria di confine: piccoli editori d'assalto" domenica 19, mentre lunedì 20 il riminese Giacomo Nanni, uno degli autori emergenti del panorama fumettistico italiano, presenta i suoi due "Cronachette", editi da Coconino press.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -