Rimini, alla Gambalunga 'libri in scena': otto attori leggono per la città

Rimini, alla Gambalunga 'libri in scena': otto attori leggono per la città

RIMINI - Domenica 23 maggio, alle ore 17.30, in occasione della Prima giornata nazionale di promozione della lettura, presso la Corte delle Biblioteca Gambalunga (in caso di maltempo Sala del Settecento), otto attori riminesi (Damiana Bertozzi, Marco Bianchini, Maria Costantini, Gianni Iasimone, Daniela Lupparelli, Daniela Muratori, Enrico Rotelli, Stefania Tamburini) e due musicisti (alla chitarra Fabio Salvi, alle percussioni Michele La Paglia) proporranno un reading di frasi, brani, aforismi che raccontano storie di libri (intriganti, necessari, sorprendenti, inutili, noiosi, pericolosi, innocui...), narrazioni sui lettori (bulimici, anoressici, comuni, pigri, vagabondi, militanti...), fantasticazioni su biblioteche labirintiche e infinite, luoghi di vampiri, misteri e delitti, ma anche mete di voraci e dilettevoli scoperte; e poi racconti di intrighi, eroismi, tradimenti smascherati sfogliando le pagine uscite dalle penne di Italo Calvino, Ermanno Cavazzoni, Peter Handke, Alberto Manguel, Orhan Pamuk, Virginia Woolf, Carlos Ruiz Zafón, e molti altri ancora.

 

I libri andranno quindi in scena non solo per raccontare storie e personaggi, ma per narrare dei lettori che li "ricreano".  Le letture sceniche, coordinate da Gianni Iasimone, sono state ispirate da un libretto sui libri "della vita" di un'accanita "lettrice comune": In corpore vili. Anatomia di una lettrice, di Lorella Barlaam, appena uscito da Guaraldi editore (www.guaraldi.it), nato da una conversazione che l'autrice ha tenuto in occasione di "Biblioterapia - Come curarsi (o ammalarsi) con i libri" (novembre-dicembre 2009). Un progetto che nasceva anch'esso dall'intenzione di fare della Biblioteca Gambalunga una "casa dei lettori" oltre che dei libri, attraverso la promozione di una lettura critica, consapevole e "avventurosa", un'attenzione che, nell'ultimo anno, ha portato alla creazione all'interno della Biblioteca Gambalunga di due "Gruppi di lettura" (che si incontrano una volta al mese in nome di una lettura condivisa e consapevole).

 

Nessuna ideologia pedagogica fine a se stessa dunque,  ma la convinzione che la lettura sia uno strumento e non un fine, un'opportunità piacevole, a volte faticosa, necessaria per allargare la nostra visione della vita, entrare in comunicazione con gli altri, mettere in condizione di giudicare e quindi di scegliere. Vale a dire uno strumento necessario alla vitalità della convivenza democratica. 

La biblioteca si propone quindi come occasione e opportunità di incontro con i libri,  di dialogo e scambio con e fra le comunità dei lettori, da realizzarsi attraverso una  politica di reciproca ospitalità e amicizia. All'idea di amicizia fra cittadini e istituzioni per attuare politiche attente alla diffusione della lettura, delle idee e delle diverse espressioni della creatività, è ispirato "questo pomeriggio di un giorno da lettori", la cui realizzazione si deve alla generosità di alcuni artisti, che hanno accolto la proposta di regalare alla città un poco del loro tempo e delle loro competenze;  di condividere le loro passioni.

 

Hanno collaborato alla realizzazione: Istituzione Musica Teatro Eventi del Comune di Rimini, Rimini Teatri, i Gruppi di Lettura della Biblioteca Gambalunga.

 

L'ingresso è libero.

Per informazioni: Biblioteca civica Gambalunga

Tel. 0541.704486 - www.bibliotecagambalunga.it

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -