Rimini: alla scoperta del Trecento riminese con un convegno Confartigianato

Rimini: alla scoperta del Trecento riminese con un convegno Confartigianato

RIMINI - Mercoledì pomeriggio "Rimin'essenza. Le distintive genialità dell'orgoglio riminese", settimana tra arte e dibattiti promossa da Confartigianato Rimini, soffermerà lo sguardo sull'estro e sul patrimonio artistico, oltre che su un appassionante tratto del percorso storico, della comunità locale. E' infatti in programma la tavola rotonda sul tema "Dal Trecento riminese al primo Rinascimento, la Rimini malatestiana", che si svolgerà domani, mercoledì 20 ottobre 2010 alle ore 17.30 al Palazzo del Podestà in piazza Cavour a Rimini.

 

Vi partecipano il Professor Alessandro Giovanardi, storico dell'Arte, e il professor Piergiorgio Pasini, storico e scrittore.

 

A condurre le redini di questo excursus nella storia sarà lo storico Stefano Cavallari, che spiega:

"Questa giornata riguarda il nostro periodo Malatestiano, dato che i Malatesti costituirono una dinastia di importanza assoluta per quasi tre secoli. Ci concentreremo tuttavia su due argomenti di natura artistica: la c.d. "Scuola dei pittori riminesi del Trecento", chiedendo al Prof. Alessandro Giovanardi perché gli storici dell'arte l'hanno chiamata "Scuola", senza dimenticare che a Rimini Giotto è stato a lavorare coi nostri pittori quasi un anno e mezzo, e cosa ha rappresentato di "nuovo" questo modo di rappresentare; e poi parleremo del Tempio Malatestiano, chiedendo al Prof. Pier Giorgio Pasini perché questo monumento è così diverso e nuovo rispetto agli altri. Anche questi sono argomenti che ci possono far inorgoglire, perché sono unici e di valore assoluto".

 

Al Palazzo del Podestà, "Rimin'Essenza" è anche mostra di pittori contemporanei riminesi, le cui opere sono prenotabili e acquistabili al termine dell'esposizione (domenica 24 ottobre). Il 30 per cento del loro valore sarà devoluto all'Associazione Crescere Insieme, composta da genitori di bambini affetti dalla sindrome di Down.

 

Il sottofondo musicale delle giornate della Mostra è dedicato alla memoria del compositore e musicista riminese Carlo Alberto Rossi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -