Rimini, approvato il bilancio. Il sindaco: ''Ottimismo per il 2011''

Rimini, approvato il bilancio. Il sindaco: ''Ottimismo per il 2011''

Rimini, approvato il bilancio. Il sindaco: ''Ottimismo per il 2011''

RIMINI Con il voto favorevole di 22 consiglieri (tra cui il voto del Partito socialista), il Consiglio comunale ha approvato nella seduta di giovedì sera il Bilancio di previsione 2011 del Comune di Rimini, nonché il Programma degli investimenti per il triennio 2011-2013. Hanno espresso voto contrario la minoranza, i consiglieri di Sel e il consigliere Pazzaglia; astenuto il consigliere Starnini. L'Amministrazione comunale ha espresso soddisfazione per l'approvazione.

 

In una nota il Comune parla di "manovra fondamentale per la conclusione della legislatura, che consegna alla prossima amministrazione un bilancio sano, che conferma il rispetto del patto di stabilità e la virtuosità dell'Ente".

L'assessore al Bilancio Antonella Beltrami sottolinea che "in un momento di grave difficoltà per il Paese, Rimini garantisce politiche finanziarie rigorose e attenzione massima verso le famiglie investendo sul welfare locale (servizi infanzia, anziani, cassintegrati, politiche per la casa e sostegno al reddito)".

 

L'assessore ricorda i capisaldi del Bilancio 2011. "E' una manovra che riduce la pressione tributaria locale grazie all'eliminazione della tassa sui passi carrai e l'invarianza degli altri tributi, mentre continuerà con grande impegno la lotta all'evasione fiscale. Sono incrementate le spese per il welfare di 2,8 milioni di euro, che arrivano al 36,51% della spesa corrente complessiva". Confermati i 250.000 euro per l'aiuto tariffario alle famiglie di lavoratori in cassa integrazione e i 100.000 euro assegnati al fondo badanti.

 

L'assessore sottolinea inoltre la riduzione di 13,4 milioni della spesa corrente, "che ha richiesto importanti sacrifici a tutte le direzioni", ed il varo di un importante piano di investimenti: "Tra questi, l'edilizia culturale con la totale copertura finanziaria del Teatro Galli, la viabilità (completamento di via Sozzi), l'edilizia residenziale pubblica, il lungomare Spadazzi ed il Tempio crematorio comprendente la sala del commiato".

 

"Il 2011 - ha affermato il sindaco Alberto Ravaioli nell'introduzione al Bilancio di previsione - si è già annunciato come un anno in cui, a livello nazionale, si mescoleranno ancora gli effetti della crisi economica globale e segnali di ripresa del sistema produttivo. Questo si rifletterà naturalmente anche a Rimini. Per la nostra città vedo con moderato, equilibrato ottimismo l'anno appena iniziato. Di certo, per poter affrontare al meglio i mesi che ci attendono, occorrerà l'impegno congiunto e responsabile di tutti gli attori economici e sociali del territorio. Ognuno è chiamato a fare la propria parte per continuare a garantire lo sviluppo e la coesione sociale. L'Amministrazione comunale dovrà in primo luogo continuare il lavoro di massimizzazione degli investimenti. Dal 2001 al 2010 il Comune di Rimini ha messo in campo investimenti per oltre 600 milioni di euro e sono 89 quelli inseriti nel bilancio di previsione 2011. Investimenti che saranno destinati soprattutto a viabilità e parcheggi, edilizia scolastica e culturale, edilizia residenziale pubblica (le "case popolari"), a fognature e opere di risanamento ambientale. Di particolare rilievo saranno anche i lavori per il raddoppio del depuratore di Santa Giustina (43 milioni di euro), quelli per le opere viarie collegate alla terza corsia della A14, il recupero di Palazzo Valloni e della ex colonia Murri. Fondamentale sarà poi continuare la collaborazione fra pubblico e privato secondo le linee che l'Amministrazione si è data. Certamente molto dipenderà anche dalle scelte della prossima amministrazione, visto che il nostro mandato arriverà alla conclusione tra pochi mesi. Il terreno è stato preparato, il solco è tracciato. Alla futura amministrazione il compito di continuare a fare crescere la nostra città".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -