Rimini, assalto al centro sociale: un minorenne confessa

Rimini, assalto al centro sociale: un minorenne confessa

RIMINI – Un anno di “messa in prova” nei confronti di uno dei tredici simpatizzanti di Forza Nuova accusato del tentato raid ai danni del centro sociale Paz. L’imputato, all’epoca dei fatti 17enne, se si comporterà bene potrà contare sul perdono giudiziario. Primo passo l’aver ammesso di aver partecipato alla fase preparatoria dell’incursione. Il provvedimento è stato disposto mercoledì dal Tribunale dei minori di Bologna che ha anche revocato gli arresti domiciliari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ho sbagliato” ha dichiarato al giudice il ragazzo. Slitta il processo all’altro giovane, all’epoca dei fatti 16enne. Quest’ultimo, che ha negato ogni coinvolgimento, rischia due anni di reclusione. Complessivamente sono tredici gli indagati, dieci dei quali si ritroveranno davanti al gip il prossimo 15 aprile per l’udienza preliminare.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -