Rimini: attività anti-falsificazione dei documenti, i primi risultati

Rimini: attività anti-falsificazione dei documenti, i primi risultati

RIMINI - Primi risultati per l'attività contro la falsificazione dei documenti della Polizia municipale di Rimini. Ieri mattina è stato infatti arrestato dal personale del Nucleo antifalsificazione della Polizia Municipale e della Polizia Stradale di Rimini un cittadino ucraino che, privo di permesso di soggiorno, si era recato all'anagrafe del Comune di Rimini per una richiesta di residenza utilizzando un falso documento comunitario.

 

Su segnalazione del personale dell'anagrafe, sono scattati i controlli previsti dal protocollo contro i falsi documentali che hanno portato, nell'arco di 48 ore dalla segnalazione, all'arresto del cittadino ucraino che utilizzando un documento bulgaro si fingeva cittadino comunitario.

 

Tratto in arresto nella prima mattinata di ieri, il cittadino ucraino è stato processato per direttissima e, oltre alla condanna a 6 mesi, ha ricevuto il nulla osta all'espulsione che sarà eseguito dall'ufficio immigrazione della Questura di Rimini.

 

L'attività del Nucleo antifalsificazione della Polizia municipale - il primo a livello nazionale - ha preso avvio in via sperimentale alla fine dello scorso mese di dicembre col compito di verificare, attraverso l'uso di moderne tecnologie informatiche, la validità o meno dei documenti che a vario titolo sono presentati da cittadini comunitari a corredo di domande presso gli uffici pubblici o delle associazioni di categoria.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -