Rimini: autocertificazioni fasulle, assolti

Rimini: autocertificazioni fasulle, assolti

RIMINI - Assolti perché il fatto non sussiste. Davanti al giudice Pierfrancesco Casula si sono presentati due contribuenti riminesi accusati di falso in autocertificazione, per aver dichiarato un reddito inferiore a quello realmente percepito. Il giudice ha riconosciuto ai due imputati la mancanza del dolo per aver calcolato erroneamente la loro vera condizione contributiva.

 

Un pensionato riccionese 70enne aveva presentato una richiesta di prestazione medica specialista, di aver diritto all'esenzione del ticket sanitario di 29 euro, mentre un 47enne di San Clemente aveva chiesto di usufruire di un buono per l'acquisto dei libri scolastici per il figlio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -