Rimini, badante aggredita alla fermata del bus. Denunciati tre giovani

Rimini, badante aggredita alla fermata del bus. Denunciati tre giovani

Rimini, badante aggredita alla fermata del bus. Denunciati tre giovani

RIMINI - Individuato dalla Squadra Mobile di Rimini il responsabile del tentativo di rapina subito nella serata di mercoledì a tra Mirabello e Rivazzurra in via Giuseppe Melucci da una badante di nazionalità ucraina. Si tratta di un 19enne napoletano, residente a Brescia, che è stato denunciato a piede libero con le accuse di rapina aggravata in concorso con due giovani, una 12enne di Maiolo, ed una 18enne residente nel bresciano, porto illegale di coltello e lesioni personali.

 

L'episodio si era consumato intorno alle 21. Il giovane, con il volto coperto da un berretto scuro ed armato di coltello, aveva provato a strapparle la borsa della badante contente documenti ed alcune decine di euro. L'ucraina si era opposta al tentativo di rapina, rimanendo lievemente ferita alla mano destra durante una breve colluttazione. Le urla della vittima hanno richiamato le attenzioni di un passante, che ha di fatto messo in fuga il bandito.

 

Una testimone aveva fornito in forma anonima agli inquirenti il numero di targa dell'auto con la quale il malvivente aveva fatto perdere le proprie tracce. In questo modo gli agenti sono riusciti a risalire all'intestataria della vettura, una pugliese di 23 anni residente a Maiolo. La giovane, alla vista delle forze dell'ordine, ha cercato di sviare le indagini, spiegando di aver prestato l'auto ad un'amica e al suo fidanzato, risultati invece del tutto estranei alla vicenda.

 

La Polizia è così tornata nell'abitazione della 23enne. La ragazza, messa alle strette, ha ammesso di non aver mai prestato l'auto all'amica. Quindi ha permesso agli investigatori di trovare sotto un materasso il passamontagna artigianale ed un coltello. Dopodichè ha chiarito che la sera della rapina il napoletano si trovava in auto con lei e che poi era sceso per rapinare l'ucraina. Non riuscendovi è tornato in auto, a bordo della quale c'era anche la 19enne.

 

Le ragazze sono state denunciate per concorso in tentata rapina aggravata.  La 22enne proprietaria dell'auto è stata denunciata anche per calunnia nei confronti della coppia di amici.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -