Rimini, ballottaggio. Per Gnassi ultimo giorno di campagna con Renzi, Vendola e Bersani

Rimini, ballottaggio. Per Gnassi ultimo giorno di campagna con Renzi, Vendola e Bersani

Rimini, ballottaggio. Per Gnassi ultimo giorno di campagna con Renzi, Vendola e Bersani

Intenso finale di campagna elettorale di Andrea Gnassi, candidato sindaco di Rimini per il centrosinistra. Niente comizi vecchio stile e "arringhe di piazza". Il tour giornaliero di Gnassi, si è svolto anche venerdì nel segno del porta a porta. In mattinata Gnassi ha incontrato nel centro storico il Sindaco di Firenze Matteo Renzi, con il quale ha fatto un giro in bicicletta, accompagnati da un folto gruppo di sostenitori anch'essi in bicicletta, dal Ponte di Tiberio al Tempio Malatestiano, passando per il Corso d'Augusto con qualche tappa con saluti e strette di mano tra i commercianti del centro. Incontri anche con Nichi Vendola, Vasco Errani e Pierluigi Bersani.

 

"Sono venuto oggi a dare un abbraccio e il mio sostegno ad Andrea. Ma e soprattutto da lunedì che possiamo fare tante cose insieme - ha detto Renzi -. Firenze deve imparare molte cose da Rimini, per esempio riscoprire la cultura dell'accoglienza, come anche rimini può imparare e mettersi nella direzione di marcia di tante città europee. Rimini deve avere coraggio, guardare al futuro: faccio un grande in bocca al lupo ad Andrea".

 

A seguire Gnassi ha incontrato presso lo Spazio Duomo, strapieno di gente, il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola insieme al Presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani. Vendola ha poi passeggiato con il candidato Sindaco per le vie del centro insieme a suoi sostenitori riminesi firmando autografi e posando nelle fotografie. Queste le sue parole di sostegno a Gnassi. "Rimini merita di essere portata a un tempo nuovo da una spinta civile culturale, che è quella del centro sinistra. Andrea incarna sia lo spirito di innovazione, che il legame con una storia che fa di Rimini una città civile, accogliente, esclusiva, una città cosmopolita e bella. Immaginarla prigioniera del rancore delle frustrazione della cultura leghista è solo una terribile fantasia".

 

Gnassi, accompagnato dal suo camper elettorale non si fermato neanche un minuto. Nel primo pomeriggio ha avuto un incontro e alcuni porta a porta a Viserba con i commercianti e i bagnini. Alle 16 è stato puntuale al centro commerciale Ausa del quartiere 6. Ad attenderlo nientemeno che il Segretario nazionale del PD Pierluigi Bersani che ha voluto dare ad Andrea a ai suoi sostenitori l'ultima incitazione prima di spostarsi a Milano. "Oggi sono venuto a Rimini per sottolineare cos'è a livello nazionale questa città, nell'assoluta convinzione che un candidato come Andrea possa davvero sia rappresentare la concretezza di governare Rimini, una città che ha bisogno di cambiamento e innovazione. Noi dobbiamo dare a questa città un profilo di novità programmatica, di concretezza. In questa campagna elettorale ho visto negli altri comuni pochi esempi di programmi così precisi e nuovi come quello che ha presentato Andrea. E dobbiamo trovare una figura che rappresenti al meglio questa idea. Credo che a Rimini ci sia una candidatura che francamente è all'altezza della situazione. Aggiungo anche che ancora una volta qui a Rimini c'è una destra chiusa e rancorosa che si inventa le false e-mail agli albergatori e che vuole bloccare il Palacongressi, una struttura che rappresenta il futuro di questa città. Non c'è una prospettiva nella proposta del centrodestra e quindi sono molto fiducioso"

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -