Rimini, balneari. Anche la Cna apre alla proposta del governo: "Manca la prelazione"

Rimini, balneari. Anche la Cna apre alla proposta del governo: "Manca la prelazione"

Rimini, balneari. Anche la Cna apre alla proposta del governo: "Manca la prelazione"

RIMINI - In relazione ai capitoli dedicati dal Decreto Legge sullo sviluppo economico proposto da Ministro dell'Economia Giulio Tremonti e approvato ieri dal governo, la CNA COMMERCIO E TURISMO della Provincia di Rimini invita tutti gli attori attivi e coinvolti dalla problematica, ad avviare, al più presto, un tavolo di confronto, che potrebbe già incominciare mercoledì prossimo con la visita del Ministro Brambilla e del Ministro Fitto, proprio a Rimini, per dare applicazione al tema riferito alle concessioni demaniali marittime e alle strutture ricettive che insistono sulla costa.

 

"Lo chiediamo al fine di potere chiarire alcuni degli aspetti contenuti nel provvedimento varato dal governo Berlusconi. - dice una nota della Cna -. Il decreto introduce alcune novità importanti, a cominciare dall'estensione per novant'anni del diritto di superficie per le opere esistenti realizzate sugli arenili, a condizione che siano rispettate le normative urbanistiche, edilizie e ambientali vigenti. Il testo, a parere nostro, presenta tuttavia alcune ambiguità: perché se è vero che il diritto viene esteso negli anni, non è ancora scritto da nessuna parte che agli attuali concessionari sia riconosciuto un effettivo diritto di prelazione. i tratta di argomenti, in conclusione, di grande delicatezza, che stanno a cuore non solo alle imprese, giustamente preoccupate di veder vanificare gli investimenti effettuati e i loro sacrifici, ma anche ai cittadini, agli amministratori locali: dobbiamo raggiungere il massimo consenso possibile", conclude Marco Mussoni, CNA Commercio e Turismo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -