Rimini, bancarotta fraudolenta. Arrestato un notaio sammarinese

Rimini, bancarotta fraudolenta. Arrestato un notaio sammarinese

Rimini, bancarotta fraudolenta. Arrestato un notaio sammarinese

RIMINI - Un notaio sammarinese di 53 anni è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Ternicon l'accusa di bancarotta fraudolenta in esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip di Milano Gianfranco Criscione nell'ambito di un'indagine partita dalla città umbra.  L'uomo è stato fermato nei pressi del casello autostradale di Rimini. L'inchiesta riguarda il dissesto finanziario da oltre 10 milioni di euro di un gruppo di società del settore della telefonia.

 

La società era operante a Terni ma con sede legale a Milano. Secondo gli investigatori era stato messo in piedi un meccanismo in base al quale alcune somme venivano spostate dalle società di elettrodomestici e collocate in una presunta società di comodo costituita a San Marino e facente capo, tra gli altri, anche ad un imprenditore ternano. Gli importi tornavano sui conti bancari sanmarinesi della società di comodo e venivano recuperati in contanti dall'imprenditore ternano.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -