Rimini, bancarotta fraudolenta. In due finiscono in manette

Rimini, bancarotta fraudolenta. In due finiscono in manette

Rimini, bancarotta fraudolenta. In due finiscono in manette

RIMINI - Due amministratori di una società riminese sono stati arrestati il 3 dicembre scorso dagli uomini della sezione Tutela economica della Guardia di Finanza di Rimini in esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Sonia Pasini con l'accusa di aver fatto sparire tutto il patrimonio sociale dell'azienda per un importo di 730mila euro oltre che aver tenuto i libri contabili in modo da non riuscir a ricostruire il movimento degli affari.

 

Si è quindi appurato che per distrarre il capitale sociale dell'azienda, gli indagati avevano fatto ricorso ad una serie di operazione inesistenti emesse da altre società. Per sfuggire al Fisco inoltre i due imprenditori si erano serviti di diversi prestanomi che alla fine si rendevano irreperibili. Entrambi dovranno rispondere dell'accusa di bancarotta.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -