Rimini, bancarotta fraudolenta: sequestrati beni. Nei guai un imprenditore

Rimini, bancarotta fraudolenta: sequestrati beni. Nei guai un imprenditore

Rimini, bancarotta fraudolenta: sequestrati beni. Nei guai un imprenditore

RIMINI - La Guardia di Finanza di Rimini, in collaborazione con i Carabinieri, hanno posto sotto sequestro una moto di grossa cilindrata, due furgoni,tre auto e quattro società nell'ambito di un'attività d'indagine iniziata nel 2009 dopo la denuncia di un imprenditore di 50 anni per usura ed estorsione ai suoi danni. Gli uomini dell'Arma non trovarono riscontro alla denuncia, ma rilevarono la presenza di una serie di articolate operazioni finanziarie compiute.

 

Tali erano state effettuate attraverso tre società amministrate dal cinquantenne. La Finanza ha quindi scoperto che le tre aziende, operanti nel settore del turismo erano insolventi. Alla chiusura di queste, emerse che il 50enne si era impossessato, in qualità di amministratore, di parte del patrimonio, per un totale di 632.488,67 euro, occultando i libri contabili per impedire la ricostruzione del patrimonio.

 

Nella truffa erano coinvolte anche la sorella dell'imprenditore e il figlio, 24 anni, a cui il cinquantenne aveva fittiziamente intestato un a società di compravendita di veicoli. I beni sequestrati erano sparsi nelle province di Rimini, Pesaro, Ravenna, Ferrara, Napoli, Trento e Varese.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -