Rimini: banda degli 'Scarabeo'' a processo

Rimini: banda degli 'Scarabeo'' a processo

RIMINI - E' fissata per il prossimo 16 giugno la sentenza nella quale verrà giudicata la cosiddetta banda degli "Scarabeo", con a capo due famiglie di giostrai riminesi, accusata del furto di numerosi ciclomotori tra il 1997 ed il 2000. Il pubblico ministero Paolo Gengarelli ha chiesto il massimo della pena per Afonso Burotti, cioè 11 anni di reclusione, mentre per la convivente, Patrizia Berti, nove anni e 6 mesi, entrambi per ricettazione. In totale sono 19 gli imputati.

 

Tra questi c'è anche Ermes Peverello, colui che modificava esteticamente gli scooter, e per il quale il pm ha chiesto otto anni di carcere. Tre anni e otto mesi sono stati chiesti per il genero di Burotti, Roberto Zani, e due anni e otto mesi per la moglie di quest'ultimo, Monica Burotti. Chiesti cinque anni e quattro mesi per Paolo D'Aniello.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli scooter venivano rubati soprattutto nella città di Rimini, per poi esser trasportati a Viserba dove venivano nascosti in due capannoni e modificati. Quindi venivano dotati di un nuovo certificato di idoneità tecnica che veniva procurato dietro un furto o denuncia di smarrimento. Alla fine venivano venduti sotto costo. Nel corso delle indagini gli agenti della Polizia Stradale e della Squadra Mobile sono riusciti a recuperarne una trentina.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -