Rimini, calcio. Scontro Italia-Russia under 18, azzurri vittoriosi

Rimini, calcio. Scontro Italia-Russia under 18, azzurri vittoriosi

Rimini, calcio. Scontro Italia-Russia under 18, azzurri vittoriosi

RIMINI - Allo stadio "Neri" di Rimini si respira aria d'Europa, la sfida tra le formazioni Under 18 dell'Italia dilettanti e della Russia professionisti ha trasformato l'arena riminese in un palcoscenico internazionale di prestigio che ha concluso una tre giorni dedicata al calcio giovanile. La gara è terminata 1-0 per l'Italia. La partita verrà trasmessa giovedì sera (10 febbraio) alle ore 21,50 su Icaro sport.

 

Due mondi diversi, due scuole calcistiche a confronto che hanno approfondito la loro conoscenza grazie al programma intenso di attività organizzato dalla Lega Nazionale Dilettanti e dalla società Rimini 1912, iniziato nella giornata di lunedì con l'arrivo delle rappresentative, proseguito martedì con gli allenamenti ufficiali e la tavola rotonda svoltasi presso l'hotel "Le Meridien" e che ha vissuto il suo culmine con la disputa dell'incontro amichevole tra la squadra di Giancarlo Magrini e di Dmitry Alenichev, vecchia conoscenza del calcio nostrano (ex Roma e Perugia).

 

A far gli onori di casa, intervenendo davanti a tutti i dirigenti del CR Emilia Romagna con il presidente Maurizio Minetti in prima fila in occasione del saluto ufficiale delle autorità sportive e civili, ci ha pensato Alberto Mambelli, vice presidente vicario LND e capo delegazione azzurro: "Italia-Russia si è trasformata in un evento che rende merito alla Lega Dilettanti ed a una delle società di punta del nostro movimento, il Rimini 1912, che ringraziamo per il prezioso coinvolgimento. Partite di questo tenore (l'Italia di volerà a Mosca il prossimo aprile per un'attesa rivincita) rappresentano una vetrina per i nostri giocatori che non sfigurano mai, nemmeno di fronte a calciatori del calibro dei professionisti russi (5 elementi hanno già esordito nella massima serie)".

 

Soddisfatto dell'organizzazione della tre giorni si è detto anche il presidente del sodalizio romagnolo, Biagio Amati, impegnato nella difficile ed appassionante rincora alla Lega Pro nel girone F della Serie D 2010/2011: "Quando la Lega ci ha chiesto di ospitare una gara di tale portata abbiamo colto subito l'opportunità richiamando all'attenzione di tutta la città una realtà vivace e qualitativamente importante come quella dei nostri vivai dilettantistici". Gli ha fatto eco l'assessore allo Sport del Comune di Rimini Donatella Turci che ha sottolineato come la città sia impegnata nel diventare un punto di riferimento per lo sport come lo è già per il turismo. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -