Rimini, Cartoon Club festeggia i 60 anni di Snoopy

Rimini, Cartoon Club festeggia i 60 anni di Snoopy

Rimini, Cartoon Club festeggia i 60 anni di Snoopy

RIMINI - Cartoon Club, il Festival Internazionale del Cinema d'Animazione e del Fumetto di Rimini festeggia i 60 anni dei Peanuts, le popolari "creature" di Charles M. Schulz, note in tutto il mondo. I Musei Comunali di Rimini (via Tonini, 1) ospitano Buon Compleanno Charlie Brown, l'esposizione celebrativa dei Peanuts di Charles M. Schultz: Charlie Brown, Linus, Snoopy, Lucy, Woodstock ed il resto della "banda" saranno a Rimini con una mostra storico-filologica dedicata alla genesi dei personaggi

 

(dal 13 al 31 luglio, dal martedì al sabato dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle ore 16.30 alle ore 19.30. Domenica e festivi dalle ore 16.30 alle ore 19.30. Martedì e venerdì anche apertura serale dalle ore 21 alle ore 23. Entrata libera.).

 

Assieme alla mostra il pubblico potrà assistere martedì 13 luglio alla proiezione (ore 21, ingresso libero) nel Lapidario Romano dei Musei Comunali di episodi animati dei Peanuts, per una originale festa di compleanno.

 

Non esiste fumettista più noto del compianto Charles Schulz, non esistono personaggi più famosi dei teneri, arguti, saggi Peanuts: l'eterno perdente Charlie Brown, il filosofico Linus, la pragmatica Lucy, il pianista prodigio Schroeder, la misteriosa ragazzina dai capelli rossi, e naturalmente il talentuoso bracchetto Snoopy insieme all'inseparabile amico uccellino Woodstock.

 

La celebre comic strip esordisce il 2 ottobre del 1950, pubblicata su nove quotidiani. C'è un solo punto stonato a rovinare la festa di Schulz: il cambiamento del titolo della serie da Lil' Folks ("Piccoli ragazzi") a Peanuts ("Noccioline"), deciso e imposto dal Syndicate. Schulz protesta: "Non c'entra niente, non significa nulla! La gente non chiama i miei personaggi così, e i personaggi non si identificano con quel nome. È proprio loffio, come direbbero i miei kids, ma ormai è tardi per cambiare". La strip ottiene il meritato successo e prosegue per decenni interi. "Charlie e gli altri si sono evoluti naturalmente", spiegava ancora Schulz. "La strip si è modificata proprio così, è cresciuta con me. Se penso a quanta gente la legge e l'apprezza nel mondo ogni giorno, resto sinceramente sbigottito". In tanti anni di attività, Charles Schulz ha disegnato decine di migliaia di tavole, più centinaia di disegni destinati alla creazione dei noti prodotti di merchandise derivati dalla strip. Lavorava in modo calmo e organizzato: ideata la gag, elaborava mentalmente un'efficace scansione in vignette della situazione narrativa; poi inventava le battute dei dialoghi e ne tracciava l'ingombro sul foglio, a matita. Sempre con la matita passava al disegno vero e proprio, sforzandosi di disegnare in maniera spontanea, con schizzi molto leggeri, in maniera che l'operazione successiva - il passaggio dei neri con il pennino - mantenesse la spontaneità del gesto e comunicasse una fresca sensazione di immediatezza. Per ultima veniva la firma.

 

Anche dopo la scomparsa del loro autore, i Peanuts continuano a conquistare il cuore dei lettori mettendo in scena un microcosmo che riflette l'intera società umana. La mostra allestita da Cartoon Club propone un percorso attraverso la genesi dei personaggi e la loro crescita, fra strip, cartoons e merchandise.

 

Per informazioni: segreteria Cartoon Club tel. 0541/784193

www.cartoonclub.it

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -