RIMINI - Cedette dose mortale, spacciatore arrestato dai carabinieri

RIMINI - Cedette dose mortale, spacciatore arrestato dai carabinieri

Rimini – E’ accusato di aver ceduto lo scorso 16 novembre una dose letale di cocaina a Hamdi Sassi, un muratore tunisino di 23 anni morto a causa di un'overdose. Un albanese di 22 anni, clandestino e già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dai carabinieri di Riccione per morte in conseguenza di altro reato. L’arresto è stato possibile grazie alle dichiarazioni della convivente della vittima che ha permesso di individuare lo spacciatore da cui si riforniva il muratore.


Le indagini dei Carabinieri del Nucleo Operativo di Riccione sono avviate subito dopo le dichiarazioni rilasciate dalla giovane convivente di Hamdi Sassi. In manette è finito Besmir Alushi, albanese 22enne, clandestino e pregiudicato, ritenuto responsabile di aver ceduto la una dose letale di cocaina a Hamdi Sassi hamdi.


L’alushi, colpito altresì da una precedente ordinanza di custodia cautelare emessa dal g.i.p. del tribunale di Rimini per detenzione e spaccio di ingenti quantitativi di cocaina, è risultato irreperibile dal 19 novembre 2007, ma nel pomeriggio del 3 dicembre, i carabinieri di Riccione, dopo aver intercettato il cittadino extracomunitario a bordo di un’autovettura, al termine di un breve inseguimento, lo hanno bloccato e condotto alla casa circondariale di Rimini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -