Rimini, Centro Paz: "Via la casa della Pace per dare spazio ad un ristorante"

Rimini, Centro Paz: "Via la casa della Pace per dare spazio ad un ristorante"

Rimini, Centro Paz: "Via la casa della Pace per dare spazio ad un ristorante"

RIMINI - "Parte dell'alta recinzione della struttura e' stata demolita per fare spazio ad un cancello.

Servira' come ingresso estivo di un ristorante collocato in via Tonini, che potra' cosi' usufruire del bel giardino della Casa della Pace". Continua a far discutere a Rimini la vicenda legata alla "Casa della Pace", l'associazione impegnata in un braccio di ferro con l'amministrazione comunale per evitare lo sfratto dall'attuale sede di via Tonini.

 

Dove, ha sempre chiarito l'assessore alla Cultura Antonella Beltrami, bisogna far spazio alle nuove attivita' da realizzare nell'ambito del Museo della citta'. A farsi vivo e' oggi il laboratorio "Paz", il centro sociale gia' nell'occhio del ciclone per via dell'occupazione di una vecchia scuola in via Montevecchio, poi sgomberata, per cui anche una parte della Giunta comunale e' stata indagata dalla Procura.

 

"Dal dicembre 2009- scrivono gli attivisti in un comunicato- la Casa della Pace non ha piu' una convenzione con il Comune di Rimini: non e' stata rinnovata perche' l'assessorato alla cultura

vuole rientrare in possesso dello stabile per realizzare all'interno un book shop e aule didattiche". Il "Paz" tira le sue somme cosi': "Evidentemente il business di un ristorante e' piu' importante di una progettualita' molteplice quotidiana in uno spazio sociale e culturale che si occupa dell'alfabetizzazione di circa 700 cittadini migranti, con un servizio di archivio storico, quello Maritain, tra piu' importanti in Italia". Per il centro sociale si tratta di "una storia gia' vista", perche' "e' piu' semplice agitare gli spettri di un triste epilogo come la vicenda del Paz". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -